Forte Marghera: il sopralluogo dell'assessore Maggioni e di don Fausto Bonini

E' durato oltre novanta minuti, il sopralluogo dell'assessore comunale ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni e del delegato patriarcale per laTerraferma, monsignor Fausto Bonini, a Forte Marghera. Una visita molto accurata, che era stata richiesta dal sacerdote, e che ha avuto una guida d'eccezione: l'amministratore della Marco PoloSystem, la società che gestisce il complesso, Pierangelo Pettenò.

    Una sorta di passeggiata tra il passato, il presente, e, in qualche modo anche il futuro, lungo i 48 ettari del Forte: dalle aree già ristrutturate e in cui fioriscono iniziative, a quelle attualmente in disuso. All'interno del complesso, ha ricordato Pettenò, esistono oggi una sala studio-biblioteca attiva tutti i giorni feriali, due ristoranti, uno all'aperto e l'altro al chiuso, il museo delle imbarcazioni,l'esposizione esterna di armi e materiali militari storici, realtà produttive importanti che hanno trovato qui la loro sede. Il Forte, che ospita inoltre a ritmo serrato incontri, spettacoli, ed eventi importanti, è aperto ogni giorno al pubblico e sono garantiti i servizi di sorveglianza, di sfalcio dell'erba, nonché gli interventi ordinari di manutenzione,per una spesa complessiva di gestione di circa 80.000 eurol'anno.

    "E' uno sforzo importante - hasottolineato Maggioni - anche se non dobbiamo nasconderci che il patrimonio, storico, ambientale e sociale del Forte deve essere ancorain buona parte sfruttato. Occorre in questo senso un progettocondiviso, per poi riunire assieme, attorno ad un tavolo, tutti isoggetti, sia pubblici che privati, interessati a realizzarlo. Solo con uno sforzo congiunto potremo far diventare la struttura parte integrante e fondamentale della 'nuova' Mestre che stiamocostruendo."

 

Attenzione: la pagina potrebbe avere contenuti non aggiornati


Questa pagina riporta informazioni provenienti dall'archivio del sito precedente.
I contenuti potrebbero non essere aggiornati.

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su