Restauro della pavimentazione delle Procuratie Nuove

foto sopralluogo
foto sopralluogo

L'appello dell'assessore Maggioni: "cerchiamo imprenditori per la manutenzione di Piazza San Marco"

L'Assessore comunale ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni, ha effettuato un sopralluogo al cantiere che sta restaurando la pavimentazione dei portici delle Procuratie Nuove in Piazza San Marco. Presenti oltre ai tecnici della Direzione Lavori Pubblici, Roberto Benvenuti, Fabio Graziussi, e Martina Meng anche il presidente dell'Associazione Piazza San Marco, Alberto Nardi, e l'amministratore delegato della ditta Lares appaltatrice dei lavori, Mario Cherido.

Maggioni ha spiegato che gli interventi di sistemazione della pavimentazione non erano più rinviabili a causa del degrado diffuso, lungo i 136 metri lineari della pavimentazione.

"Lo scorso marzo si è iniziato, su richiesta della Soprintendenza, un intervento campione, su una piccola porzione, per verificare le cause dei dissesti , le modalità di intervento, e definire con precisioni i tempi di intervento  A inizio anno il cantiere si è insediato davanti ai caffè Florian e Chioggia che presentavano le superficie maggiormente compromesse. Venerdì prossimo, 11 febbraio, una parte dei lavori sarà conclusa  e comunque le aree ancora da sistemare saranno ricoperte temporaneamente da un tavolato di legno per garantire la percorribilità in vista delle feste per il Carnevale. L'ultima fase dei lavori prevederà un intervento radicale davanti al bar Aurora   (che avverrà con le modalità e i tempi necessari in relazione allo smobilizzo del cantiere del m.a.v. vicino al cantiere) e il restauro di tutte le porzioni di pavimentazione in cui il degrado è superficiale e minimo".

L'assessore ha evidenziato l'attenzione e la cura del restauro per il  ripristino dei marmi danneggiati: il biancone di Verona e il rosso di Cattaro, che vengono risanati con resine epossidiche e ricollocati nello stessa sede. "Gli ultimi restauri risalivano agli anni '60, l'Amministrazione comunale ha messo a disposizione 300mila euro per questoa opera, - ha affermato Maggioni - perchè Piazza San Marco non è soltanto il cuore della città, ma è un luogo universalmente amato e conosciuto. Per questo chiedo che in mancanza di risorse pubbliche siano gli imprenditori, non solo veneziani, a sostenere i costi della manutenzione. Sarebbe necessario avviare in tempi rapidi il restauro delle arcate dei Portici per il quale servirebbe circa un milione di euro. Contemporaneamente però rivolgo un appello al Governo perchè partano i lavori di iimpermeabilizzazione  della pavimentazione  della Piazza dalle acque alte, che sono state oltre 200 nel 2010".

In Piazza San Marco sono previste prossimamente due nuove iniziative: la sistemazione della pavimentazione relativamente al restauro delle parti decorative in pietra d'Istria e in trachite e uno studio di fattibilità, redatto da Veritas e commissionato e coordinato dal Comune di Venezia, per  individuare in accordo con i vigili del fuoco e la soprintendenza le misure più idonee per migliorare il sistema di sicurezza antincendio  di tutta l'area marciana.

 
 

Attenzione: la pagina potrebbe avere contenuti non aggiornati


Questa pagina riporta informazioni provenienti dall'archivio del sito precedente.
I contenuti potrebbero non essere aggiornati.

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su