Gigì. Innamorarsi a Parigi

Domenica, 31 Dicembre, 2017
Ore: 
21.00
 
Compagnia Corrado Abbati
 
musical di Alan Jay Lerner
su musiche di Frederick Loewe
nuova produzione in esclusiva nazionale su licenza TAMS WITMARK - New York
coreografie Cristina Calisi
direzione musicale Maria Galantino
adattamento e regia Corrado Abbati
dagli stessi autori di My Fair Lady, il musical vincitore di 9 premi Oscar
 
Biglietti
Intero € 29.00 (+ 10% di diritto di prevendita)
Ridotto € 26.00 (+ 10% di diritto di prevendita)
Promozione abbonati Teatro Toniolo €20.00 (+ 10% di diritto di prevendita)
La biglietteria del teatro è aperta dalle 11.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.30. Lunedì è il giorno di chiusura.
Per informazioni sulla disponibilità dei biglietti, telefonare al 041 971666.
 

Gigì è l'omonimo famoso racconto di Colette trasportato in musical dagli stessi autori di My Fair Lady (A. J. Lerner e F. Loewe) e coperto da una miriade di riconoscimenti tra cui nove premi Oscar. La storia è dolce e romantica, piena di buoni sentimenti e di arguta ironia. Gigì è una ragazza parigina allegra e spensierata ma destinata a diventare una cortigiana. Gaston è invece un annoiato e giovane viveur che conduce una vita gaudente fra locali alla moda e belle donne che però non lo divertono quanto la spontaneità e l'ingenuità di Gigì. La nonna e la zia di Gigì riescono alla fine a trasformarla in una ragazza raffinata, ma Gaston rimpiange la vecchia Gigì. Quindi tutto finito? No vivere con la nuova Gigì vuol dire comunque vivere sempre con la sua Gigì. E vissero felici e contenti.

A sessant'anni dalla nascita di questo musical (1958) ho pensato di riportarlo in Italia (a Broadway il suo revival è un grande successo!) e per la prima volta nella sua versione originale valorizzando (finalmente!) lo spartito di Gigì: una partitura raffinata, gradevole, allegra e orecchiabile e mai banale: Loewe con poche pennellate musicali ci riporta con straordinaria arguzia alle atmosfere parigine di primo 900. Altro punto di forza di questo Musical è il lusso dell'ambientazione e lo sfarzo dei costumi che sicuramente non mancherà in questa edizione in una rielaborazione immaginifica e con quel tocco di classe che sottolinea da tempo le nostre produzioni. Ma il lavoro non si è fermato ad una elegante messa in scena, bensì a valorizzare quelle che sono, a mio parere, i veri punti di forza di questo Musical: lo sviluppo e l'evoluzione dei personaggi e le tante, spettacolari scene di massa. Questa Gigì vorrei dunque che fosse, anche per voi, come respirare una boccata di aria pura.

 

Corrado Abbati

Mostra altro

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su