Lo sguardo e l'ombelico - Incontri sulla fotografia del nuovo millennio

 

Seconda edizione a cura di Giovanni Cecchinato
 
BOLLETTINO DAL FRONTE OPPOSTO
Nel primo ciclo di incontri, sulla fotografia del nuovo millennio, ci siamo interrogati sulla figura del fotografo professionista e abbiamo sentito le idee, le esperienze e le impressioni sulla fotografia contemporanea da parte di Efrem Raimondi, Settimio Benedusi e Massimo Siragusa. Professionisti di spessore nel panorama nazionale che ci hanno illustrato le sensazioni di chi la fotografia “la fa, la produce”. Abbiamo anche assaporato una piccola parte iniziale di iconografia artistica e non, tramite gli interventi di Fulvio Bortolozzo e Riccardo Caldura.
Ognuno di noi ha portato a casa una parola, un concetto, una nuova idea che nel corso di quest’anno ha permesso di maturare la visione della fotografia che avevamo.
Ma se questo è un fronte su cui si combattono nuove e vecchie lotte e ci si confronta sui dilemmi, nonchè terreno di sfide continue, dettate dall’era digitale su di un altro fronte si combatte una battaglia opposta, quella di chi la fotografia “la vede, ne usufruisce, deve giudicarla” bene o male in tutti i suoi molteplici aspetti e utilizzi.
Dunque il fronte opposto, oggetto della seconda edizione, è formato da esperti nel ruolo didattico o nell’ambito artistico, da organizzatori di festival o manifestazioni, da critici o bloggers, giornalisti o archivisti, da selezionatori o storici. Le valorizzazioni di un insieme di professioni che non vivono sulla produzione della fotografia ma sulla sua definizione derivante dalla ricezione degli stimoli visivi che essa stessa produce; un fronte in cui da parte di chi si mette in trincea, vi è una ricerca di definizione dei concetti, della valorizzazione o dello scarto della produzione sovrabbondante e spesso caotica e non definita dei nostri giorni.

Giovanni Cecchinato

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su