1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Città di Venezia
Home page English
 

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Acqua alta a Venezia: domande frequenti (FAQ)

  1. Cos'è l'acqua alta?
  2. Quando si verifica una marea eccezionale?
  3. Quanto dura il fenomeno dell'acqua alta?
  4. Ogni quanto viene l'acqua alta?
  5. Ma quanto alta è l'acqua alta?
  6. Con l'alta marea tutta Venezia va sott'acqua?
  7. Quante volte all'anno si verifica una marea sopra i 110 cm (sullo zero di Punta della Salute)?
  8. Cosa succede a Venezia con l'acqua alta?
  9. Come cresce e cala la marea a Venezia?
  10. Cosa fare se vi trovate a Venezia con l'alta marea?
  11. Glossario
 

Cos'è l'acqua alta?
L'acqua alta a Venezia (alta marea) è un fenomeno che interessa la città solitamente nella stagione invernale quando la marea astronomica, il vento di scirocco, il fenomeno della sessa in Adriatico - o tutti questi elementi insieme - determinano un maggior afflusso di acqua nella laguna di Venezia.
Approfondimento: La marea

 

Quando si verifica una marea eccezionale?
Una marea eccezionale, cioè uguale o superiore ai 140 cm sullo zero mareografico di Punta della Salute, si verifica statisticamente una volta ogni 4 anni. E' causata dalla coincidenza di vari fattori: la marea astronomica, una depressione meteorologica sul Tirreno e il conseguente forte vento di scirocco, la sessa in Adriatico. A questi si aggiungono i fenomeni della subsidenza della laguna di Venezia e quello dell'eustatismo, che complessivamente nell'ultimo secolo hanno provocato la perdita altimetrica di Venezia rispetto al mare di circa 26 cm.
Approfondimento: Le acque alte eccezionali

 

Quanto dura il fenomeno dell'acqua alta?
L'acqua alta segue il ciclo della marea (6 ore la marea cresce e le successive 6 cala): nei giorni un cui c'e' acqua alta, questa dura solo per le ore centrali della fase crescente. Quindi solitamente l'acqua alta permane a Venezia per circa 3-4 ore. Subito dopo, una volta calata l'acqua, la città ritorna alla sua normalità. 
Approfondimento: La permanenza della marea

 

Ogni quanto viene l'acqua alta?
L'acqua alta è un fenomeno che si verifica solitamente nei mesi autunno-invernali, con maggiore probabilità tra novembre e dicembre. In questo periodo può succedere che solo in alcuni giorni si verifichi il fenomeno dell'acqua alta, spesso con un livello che interessa solo le parti più basse della città (Piazza San Marco). Una marea eccezionale (>= 140 cm) si presenta, statisticamente, 1 volta ogni 4 anni.
Approfondimento: Grafici e statistiche - Distribuzione mensile delle alte maree

 

Ma quanto alta è l'acqua alta?
Le previsioni di marea e i livelli registrati sono riferiti allo zero mareografico di Punta della Salute, corrispondente al livello medio mare del 1897. Le strade della città sono ad una quota variabile: per esempio, una marea eccezionale di 140 cm corrisponde ad un allagamento di circa il 59% della viabilità cittadina, con un livello variabile da pochi millimetri a 60 cm in Piazza San Marco, l'area più bassa della città.
Approfondimento: La percentuale di allagamento

 

Con l'alta marea tutta Venezia va sott'acqua?
No: solo eccezionali acque alte interessano la quasi totalità della città, e comunque solo nelle zone più basse il livello dell'acqua può essere davvero rilevante. Queste sono le percentuali di allagamento della città rispetto alla quota di marea (misurata sempre sul medio mare): +100 cm: 5%; +110 cm: 12%; +120 cm: 28%; +130 cm: 46%; dopo 140 cm la città è allagata per oltre il 59%.
Approfondimento: La percentuale di allagamento

 

Quante volte all'anno si verifica una marea sopra i 110 cm (sullo zero di Punta della Salute)?
L'acqua alta supera i 110 cm, in media circa 4 volte all'anno (campione 1966-2009): questo significa che nelle ore in cui la marea è al massimo solo il 14% della città risulta coperta dall'acqua.
Approfondimento: Grafici e statistiche - Distribuzione annuale delle alte maree

 

Cosa succede a Venezia con l'acqua alta?
Venezia è abituata a convivere da sempre con l'acqua alta. Ecco come l'Amministrazione comunale affronta il fenomeno: quando è previsto che la marea superi i 110 cm. sul medio mare, la popolazione è avvisata da segnali acustici e da sms inviati a quanti si iscrivono all'apposito servizio informativo del Centro Maree comunale. Contemporaneamente vengono allestiti dei percorsi su passerelle nelle vie principali della città. I vaporetti continuano il servizio modificando, a volte, alcuni percorsi, ma garantendo comunque l'accesso a quasi tutta la città.
Solo in caso di marea molto elevata, maggiore di 120 cm sul medio mare, per muoversi agilmente a Venezia servono gli "stivali". Ricordiamo comunque che il disagio dura solo qualche ora, cioè il tempo necessario affinché l'acqua defluisca in mare.
Approfondimento: Servizi di allertamento

 

Come cresce e cala la marea a Venezia?
L'acqua alta non viene portata in città da un fiume o da un torrente in piena: quindi non si tratta di un'alluvione ma di un fenomeno naturale di avvicendamento delle maree: arriva infatti dal mare. L'acqua, pertanto, invade la città salendo con lentezza dai canali. Questa fase dura, di norma, alcune ore. Una volta raggiunto il picco massimo (che dura comunque poche ore) l'acqua inizia a defluire fino a lasciare, come unica traccia, le strade bagnate come quando piove.
Approfondimento: La marea astronomica

 

Cosa fare se vi trovate a Venezia con l'alta marea?
Non essendo un fenomeno pericoloso, l'alta marea rappresenta, nella stragrande maggioranza dei casi, un disagio limitato sia per i veneziani che per i turisti. Si tratta, pertanto, di pazientare solo alcune ore, attendendo che l'acqua sia completamente defluita. Per i curiosi invece, consigliamo l'acquisto di un paio di stivali che consentiranno di visitare la città vivendola in modo decisamente insolito.
Approfondimento: Contatti

 

 

Glossario:

sessa:è il movimento periodico delle acque del mare Adriatico, una sorta di onda lunga che va e che viene lungo tutte le coste
zero mareografico di Punta della Salute: rappresenta il piano convenzionale di riferimento rispetto al quale si misura l'altezza di marea
scirocco: vento caldo che proviene da sud-est e che insacca le acque dell'Adriatico verso il golfo di Venezia
subsidenza: è un lento e progressivo abbassamento verticale del fondo di un bacino marino o di un'area continentale
eustatismo: è il fenomeno di innalzamento o abbassamento del livello del mare legato alle variazioni climatiche del luogo.

 
 
 
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. MySpace
  4. Google
  5. Preferiti
  6. Email
valutazione delle performance
Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©