1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Città di Venezia
Home page English
 

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Il contributo meteorologico

Particolare della Laguna Veneta
Immagine dell'Italia da NASA, www.visibleearth.nesa.gov - Immagine della laguna da C.V.N. www.istitutoveneto.it
Schema tipo di depressione
Schema tipo di depressione atmosferica che può causare acqua alta nella Laguna di Venezia (immagine NASA, www.visibleearth.nasa.gov)
 

Ad alterare la regolarità della marea astronomica in modo a volte notevole, intervengono fattori meteorologici e tra essi soprattutto il vento e la pressione. Nel caso del Mare Adriatico, bacino lungo e stretto, chiuso nel lato superiore e aperto in quello inferiore, un forte vento soffiante da sud-est (scirocco), lungo l'asse longitudinale, produce un accumulo d'acqua verso l'estremità chiusa. Il fenomeno viene favorito dalla lunga zona d'azione disponibile per il vento ("fetch") ed è ulteriormente amplificato a causa dei bassi fondali della parte settentrionale dell'Adriatico.
Il contributo dovuto al vento può superare anche il metro e provocare da solo fenomeni di inondazione.
La prima figura riporta uno schema ideale di circolazione depressionaria che può provocare il fenomeno dell'acqua alta, mentre nella seconda viene evidenziata la particolare forma del Mare Adriatico.
Anche la bora, che spira da nord-est con intensità spesso superiore allo scirocco, tende ad accumulare acqua verso la laguna, pur se in misura minore a causa del fetch ridotto. Quando alla bora sull'alto Adriatico si associa lo scirocco sul basso e medio Adriatico, si verifica la cosiddetta "scontraura", cioè la convergenza di correnti marine provocate da venti da nord-est e sud-est.
Il fenomeno, noto fin dai tempi antichi, ha fatto registrare numerosi eventi di marea eccezionale.
La pressione atmosferica altera il livello del mare con "effetto barometrico inverso": ad una diminuzione della pressione corrisponde un aumento del livello e viceversa. Di conseguenza, il passaggio di una perturbazione caratterizzata da un'area di bassa pressione sul Nord Adriatico e una di alta al Sud provoca uno spostamento della massa d'acqua verso l'area di pressione più bassa, con una variazione che può arrivare anche a 20 cm.

 
 
 
  1. Facebook
  2. Twitter
  3. MySpace
  4. Google
  5. Preferiti
  6. Email
Realizzato con il CMS per siti accessibili FlexCMP ©