Vocabolario IMU - V

Argomenti trattati:


 

Valore imponibile

Il valore degli immobili, detto base imponibile, si ottiene, con l'eccezione delle aree fabbricabili, a partire dalla rendita catastale per i fabbricati e a partire dal reddito dominicale per i terreni agricoli.

La rendita, per i fabbricati, e il reddito dominicale, per i terreni, sono valori attribuiti dagli uffici dell'Agenzia del Territorio (Catasto).

Per le aree fabbricabili, non individuate come tali in catasto, il valore imponibile è dato dal valore venale, cioè dal valore di mercato delle aree stesse.  

Vuoi conoscere la tua rendita catastale? Collegati al sito:

 

Argomenti correlati:

 
 

 

Versamento

 
Il pagamento dell'imposta può avvenire:
  • entro il 16 giugno - prima rata o unica soluzione
  • entro il 16 dicembre - seconda rata a saldo

Normalmente l'acconto va calcolato sulle aliquote e detrazioni dell'anno precedente, applicando i requisiti soggettivi e oggettivi dell'anno in corso.
E' comunque possibile utilizzare nel caso siano già approvate le aliquote e le detrazioni dell'anno in corso

 

Anno 2013

Nel caso di pagamento della seconda rata IMU 2013 entro il 24/01/2014, non sono dovuti né sanzioni né interessi, come previsto dalla L. 5/2014.
 
Per le categorie non sospese,l'acconto, pari al 50% dell’imposta dovuta per l’intero anno, deve essere calcolato sulle aliquote e detrazioni del 2012 applicando i requisiti soggettivi e oggettivi del 2013.

Si può versare comunque l'intera imposta in un'unica soluzione, con l'avvertenza che potrà essere necessario effettuare un conguaglio a dicembre.
 
ATTENZIONE: Ai sensi dell'art 6 comma 8 del Decreto Legge 31.5.1994, n. 330, convertito con modificazioni nella Legge 27 luglio 1994, n. 473, il pagamento di ritenute alla fonte, di imposte, di tasse e contributi erariali, regionali e locali il cui termine cade di sabato o di giorno festivo è considerato tempestivo se effettuato il primo giorno lavorativo successivo.

Versamenti minimi delle rate, come previsto dall'art. 9 del Regolamento IMU:

  • se l'importo da versare per l'intero anno risulta, per effetto dell'applicazione delle aliquote e detrazioni, inferiore o uguale a 12 euro, il contribuente non deve effettuare alcun versamento;
  • qualora l'imposta complessivamente dovuta per l'anno sia superiore a 12 euro, ma le singole rate risultino inferiori o uguali a tale importo, il versamento deve essere effettuato in un'unica soluzione entro il 16 dicembre.

Arrotondamento Versamenti in Euro
Si ricorda che, a norma dell'art. 1 comma 166 della Legge Finanziaria 2007 (Legge 296/2006), "il pagamento dei tributi locali deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo."

Il versamento dell'imposta può essere effettuato:

  • mediante modello F24 disponibile presso qualsiasi Ufficio Postale o Sportello Bancario (l'utilizzo è completamente gratuito). 
  • con bollettino di c/c postale n. 1008857615 intestato "PAGAMENTO IMU" reperibile presso gli uffici postali. 

Si ricorda che se il contribuente possiede immobili ubicati in più Comuni e volesse eseguire il pagamento dell'imposta tramite bollettino di c/c postale, dovrà compilare un bollettino per ciascun Comune.

 
Per quanto riguarda il versamento dell'imposta da parte dei soggetti non residenti, consulta la pagina del vocabolario IMU dedicata a:
 
 

Anno 2012

 
 
Nel modello F24 bisogna indicare il codice tributo corretto. Consulta la pagina del vocabolario IMU per verificare il:
 
 

Argomenti correlati:

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su