Ciclo di film del Premio Lux 2016 del Parlamento europeo

 
Dal 16 al 30 novembre 2016 si è svolto a Mestre il ciclo dei 3 film del Premio Lux del Parlamento europeo.

 

Mercoledì 16 – 23 - 30 novembre 2016
Inizio alle ore 15.30 con presentazione, proiezione film e dibattito

Cinema Dante d’essai
Via Sernaglia 12, Mestre

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

- mercoledì 16 novembre 2016 APPENA APRO GLI OCCHI (À peine j'ouvre les yeux) di Leyla Bouzid  (Francia, Tunisia, Belgio, Emirati Arabi Uniti, 102’, v.o. arabo, s/t inglese/italiano)
Finalista del Premio Lux 2016
Leyla Bouzid trasporta gli spettatori attraverso il Mediterraneo mostrando una giovane generazione intrappolata tra la speranza e l’amore che prova per il proprio Paese, la Tunisia, e la disillusione.

- mercoledì 23 novembre 2016 LE NEVI DEL KILIMANGIARO (Les Neiges du Kilimandjaro) di Robert Guédiguian (Francia, 107’, v.o. francese, doppiato in italiano)
Vincitore del Premio Lux 2011
La pellicola ci porta nella vita tranquilla di Michel e Marie-Claire, spesa tra militanza politica e saldi valori morali. Il loro equilibrio verrà sconvolto da un'irruzione violenta in casa e da un furto, ma ancora di più dalle motivazioni che scoprono aver condotto il ladro al folle gesto.

- mercoledì 30 novembre 2016 TONI ERDMANN di Maren Ade (Germania, Austria, Romania, 164' v.o. tedesco, romeno, s/t inglese/italiano)
Vincitore del Premio Lux 2016
Uno sguardo sulla contemporanea cultura aziendale in una tragicommedia palesemente politica. Il film analizza come l’ethos aziendale può distruggere i legami familiari, le vite e la felicità delle persone.

 

ll Premio LUX è giunto così alla sua X edizione, e con questa selezione, pur nella sua ecletticità, mostra una radice comune nell'attenzione verso i giovani.

In autunno i 751 Membri del neo eletto Parlamento Europeo, hanno nominato il 23 novembre  il film vincitore "Toni Erdmann" di Maren Ade , alla presenza dei registi dei tre film finalisti.
Il film  è stato prodotto in versione originale per ipoudenti e ipovedenti e sarà sostenuto nella promozione durante le uscite nazionali negli Stati membri. Questo nella convinzione che esista un "cinema europeo" in grado di superare le barriere nazionali e di veicolare un dialogo sull'Europa di oggi, mettendo in luce le contraddizioni ma anche i valori e le idee sul futuro.

A contendersi il Premio LUX 2016, giunto alla decima edizione, sono:
 

I TRE FINALISTI DEL LUX PRIZE - Premio Lux 2016

I 3 film della Competizione ufficiale mostrano, come mai prima d’ora, quanto il Premio LUX voglia abbracciare una imprevedibile varietà di generi e sono:

  • Leyla Bouzid Appena apro gli occhi, trasporta gli spettatori attraverso il Mediterraneo mostrando una giovane generazione intrappolata tra la speranza e l’amore che prova per il proprio Paese, e la disillusione. 
  • La prima prova di Claude Barras, La mia vita da Zucchina, è un agrodolce e poetico film d’animazione in stop motion – il primo a competere per il Premio LUX -  che la talentuosa Céline Sciamma (regista di “Bande de filles - Girlhood”, in competizione per il Premio LUX 2014) ha adattato con tenerezza dall’omonima novella di Gilles Paris. La dura realtà di un orfanotrofio viene ritratta con umorismo goffo e delicato.
  • Toni Erdmann, il terzo film di Maren Ade volge lo sguardo sulla contemporanea cultura aziendale in una tragicommedia palesemente politica. Il film analizza come l’ethos aziendale può distruggere i legami familiari, le vite e la felicità delle persone, e pone una questione profonda, intima, e molto attuale: come possono le persone conservare la propria umanità in un contesto economico disumanizzato?

LUX PRIZE - Premio Lux

Il Premio LUX è un premio cinematografico assegnato annualmente a un film di produzione europea dal Parlamento europeo. È stato istituito nel 2007, a distanza di cinquant'anni dal Trattato di Roma.

Alla sua 10° edizione, il Premio LUX riflette la volontà del Parlamento Europeo di sostenere la diversità culturale e linguistica, nella convinzione che tale diversità  possa servire da ponte tra gli europei. Il Premio LUX aspira ad essere uno strumento per  discutere di Europa, dei suoi valori, delle sue contraddizioni, e del suo futuro.
 
Gli obiettivi del premio sono diffondere una diversa luce sul dibattito pubblico sull'integrazione europea e facilitare la circolazione dei film europei, superando la barriera linguistica che ostacola l'esistenza di un mercato cinematografico europeo comune. In questa prospettiva gli 87.000 euro assegnati al film vincitore sono destinati a sottotitolarlo in tutte le 24 lingue ufficiali dell'Unione europea e produrne una copia in pellicola per ogni Stato membro.

Il logo, su cui il trofeo vero e proprio è modellato, è una spirale di pellicola cinematografica ispirata alla Torre di Babele, intesa in senso positivo come simbolo della ricchezza della diversità, della pluralità linguistica e culturale dell'Unione Europea.

"28 Volte Cinema"

Giunge quest'anno alla sua VII edizione il progetto 28 Volte Cinema, un altro bel risultato del fecondo partenariato tra il Premio LUX del Parlamento europeo e i Venice Days.
Grazie alla fondamentale collaborazione con Europa Cinemas e Cineuropa, 28 giovani (uno per ciascuno Stato membro dell’UE) appassionati di cinema di età compresa tra i 18 e 26 anni saranno la Giuria delle Giornate degli Autori.
Inoltre i ragazzi saranno completamente immersi nell'esperienza del Premio LUX e assisteranno alle proiezioni dei 3 film della Competizione ufficiale. Questo li preparerà al ruolo di “ambasciatori” del Premio LUX in Europa e potranno promuovere nei rispettivi paesi la V edizione dei LUX Film Days, le Giornate del Cinema europeo.

LUX FILM DAYS

Dopo Venezia, i film selezionati proseguiranno il loro viaggio attraverso l’Europa grazie ai Lux Film Days, quest’anno alla loro quinta edizione.Questa iniziativa riveste una grande importanza perché non solo i professionisti ma anche gli spettatori europei imprimono oggi una direzione fondamentale all'industria cinematografica. E' perciò essenziale che tutti possano esprimere la propria sensibilità verso il cinema, e la consapevolezza che l'Europa è ricca e diversificata. Nel corso dei LUX Film Days, i 751 membri del Parlamento europeo saranno invitati a votare per uno dei tre film in concorso. Il 23 novembre 2016 il vincitore del Premio LUX sarà annunciato nel corso della seduta solenne del Parlamento europeo a Strasburgo, alla presenza dei registi finalisti.

VENICE DAYS - Giornate degli Autori

Quest’anno ricorre il 10° anniversario del LUX FILM PRIZE e per l'ottava volta si rinnova la collaborazione tra il PREMIO LUX del Parlamento europeo e le Giornate degli Autori (Venice Days), promosse da Anac e 100autori, arrivate alla loro XIII edizione, che si terranno a Venezia nell’ambito della 73a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dirette da Giorgio Gosetti, organizzate con il sostegno della Direzione Generale Cinema del MiBACT e il contributo di partner pubblici eprivati.

Obiettivo della rassegna è infatti quello di creare attenzione per il cinema di qualità, senza restrizioni di sorta, con un occhio di riguardo per l´innovazione, la ricerca, l´originalità espressiva, l´indipendenza autonoma e produttiva. Tutte caratteristiche presenti non solo nei film selezionati, ma negli eventi speciali e negli incontri che si tengono durante le Giornate.

I VINCITORI DELLE SCORSE EDIZIONI DEL PREMIO LUX

Mustang di Deniz Gamze Ergüven (2015)
Ida di Paweł Pawlikowski (2014)
The Broken Circle Breakdown di Felix van Groeningen (2013)
Io sono Li di Andrea Segre (2012)
Les Neiges du Kilimandjaro di Robert Guédiguian (2011)
Die Fremde di Feo Aladag (2010)
Welcome di Philippe Lioret (2009)
Le silence de Lorna diJean-Pierre e Luc Dardenne (2008)
Aufder anderen Seite di Fatih Akin (2007)
 

I 10 FILM DELLA SELEZIONE DEL PREMIO LUX 2016

A peine j’ouvre les yeux (As I open my eyes) by Leyla Bouzid – France, Tunisia, Belgium, United Arab Emirates
A Syrian Love Story di Sean McAllister– United Kingdom
Cartas da guerra (Letters from war) di Ivo M Ferreira – Portugal
Krigen (A War) di Tobias Lindholm– Denmark
L’avenir (Things to come) di Mia Hansen-Løve– France, Germany
La pazza gioia (Like crazy) di Paolo Virzi– Italy, France
Ma vie de courgette (My life as a courgette) di Claude Barras– Switzerland, France
Sieranevada di Cristi Puiu– Romania, France
Suntan di Argyris Papadimitropoulos– Greece, Germany
Toni Erdmann di Maren Ade– Germany, Austria, Romania

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su