Numero verde nazionale contro la tratta

 

Direzione Politiche Sociali, Partecipative e dell'Accoglienza

 
logo numero verde antitratta
 
Per aiutare una potenziale vittima della Tratta: 
  
Chiamate il numero verde gratuito e anonimo 800290290

Avrete la possibilità di parlare con operatori esperti sul fenomeno della tratta nelle lingue italiano, inglese, spagnolo, romeno, bulgaro, serbo/croato, russo, arabo.

L'operatore raccoglierà le informazioni e si riserverà di valutare l'opportunità di intervenire tempestivamente, a seconda del livello di pericolo in cui si trova la vittima e della sua volontà di intraprendere un percorso di affrancamento dalla rete criminale; in caso positivo verrà attivata l'unità di crisi e valutazione e un'accoglienza in luogo protetto (punto di fuga).
 
Verrete ricontattati dall'operatore entro breve tempo per una risposta.
                  
 
 

Organizzazione dispositivo e cornice legislativa:

 
  • Nell'ambito degli interventi in favore delle vittime della tratta di esseri umani finalizzata allo sfruttamento previsti dall'art. 18 del Decreto Legislativo 286/98 (Testo Unico sull'Immigrazione) , e dalla Legge 228/03 - misure contro la tratta di persone, la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità ha istituito, come azione di sistema, il Numero Verde in aiuto alle vittime di tratta.
  • L'attivazione del Numero Verde contro la Tratta si articola in una Postazione Centrale ed in 14 Postazioni Locali, a valenza regionale o interregionale.
  • Il servizio è attivo dal 2000 e l' Ufficio Protezione Sociale del Comune di Venezia gestisce dall'anno di attivazione la Postazione Periferica del Triveneto, e da gennaio 2007 anche la Postazione Centrale.
 
 

Attività della Postazione Centrale:

 
  • raccolta delle telefonate da telefonia mobile provenienti da tutto il territorio nazionale;
  • prima lettura della richiesta;
  • azione di "filtro" consistente nell'identificazione delle telefonate non pertinenti;
  • deviazione delle telefonate pertinenti alle postazioni periferiche con competenza territoriale rispetto all'area geografica di provenienza dell'attivatore. 
 
 

Attività della Postazione Periferica:

 
  • informare l'utenza sulle possibilità di fuoriuscita dalle condizioni di coercizione e sfruttamento di adulti e minori vittime di tratta;
  • consulenza a soggetti istituzionali e del privato sociale che entrano in contatto con persone vittime di tratta;
  • valutazione della sussistenza delle condizioni necessarie per gli interventi di sostegno previsti dalla legge;
  • accogliere la domanda e orientare il soggetto sulle opportunità di aiuto a partire dai diritti, dalle informazioni sulla legislazione vigente in materia di immigrazione, tratta e sfruttamento;
  • inviare le persone vittime di tratta che intendano aderire ai Progetti di Assistenza Individualizzata previsti dall'art.13 L.228/03, alle strutture del territorio preposte alla realizzazione delle pronte e prime accoglienze;
  • inviare le persone vittime di tratta che intendono aderire ad un programma di protezione sociale ai progetti del territorio di competenza preposti a realizzare i progetti art.18 D.L.vo 286/98;
  • coadiuvare i soggetti attuatori dei progetti art. 18 nelle richieste di trasferimento delle persone vittime di tratta in territori altri da quelli del triveneto;
  • sostenere i soggetti attuatori dei programmi art.18 nelle richieste di trasferimento di adulti e minori vittime di tratta da una rete territoriale all'altra;
  • rafforzare e sviluppare il lavoro di rete e partnership tra i soggetti proponenti e attuatori progetti art.18 del Triveneto;
  • sviluppare un sistema di raccolta dati;
  • promuovere la diffusione del numero verde sul territorio di competenza.

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su