Polizia municipale: nuove operazioni antidroga al parco Albanese e in via Monte San Michele

   Continuano con successo le attività antidroga del Servizio Sicurezza urbana della Polizia municipale del Comune di Venezia.

    Nel pomeriggio di ieri, una squadra in abiti civili del Nucleo di Polizia giudiziaria è intervenuta nuovamente in via Monte San Michele, cogliendo in flagranza di reato uno spacciatore nigeriano di 25 anni, che aveva appena ceduto alcune dosi di marijuana a dei giovani. La perquisizione del soggetto e dei luoghi di occultamento delle sostanze, nelle vicinanze di un market etnico, hanno consentito di rinvenire e sequestrare un'altra decina di bustine di stupefacente già confezionate e pronte per lo spaccio al minuto. Le dosi erano nascoste all'interno di un contenitore per i rifiuti.

    Contemporaneamente, al parco Albanese del quartiere Bissuola, l'unità cinofila della Sezione Pronto intervento è intervenuta nella zona “Piramidi” sequestrando dieci dosi di hashish nascoste sotto terra: il fiuto di Kuma, ancora una volta, non ha deluso.

    Solo qualche giorno prima, sempre nella stessa area, anche Luna, la seconda unità cinofila del Servizio Sicurezza urbana, aveva rinvenuto dell'hashish occultato in mezzo alle immondizie nella zona del roseto.

    Il parco Albanese è oggetto di particolare attenzione sul fronte antidroga da parte della Polizia municipale: nei primi venti giorni del mese di giugno infatti sono stati svolti nell'area verde dieci servizi di prevenzione con personale in divisa, spesso accompagnato dalle unità cinofile. Le attività hanno portato quasi sempre al sequestro di sostanze stupefacenti, in particolare hashish e marijuana, nascoste in varie zone del parco

Venezia, 23 giugno 2016

 

 
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su