Città per tutti

Venezia accessibile

 

Murano

itinerario: Chiesa di S. Pietro Martire - Museo del Vetro - Basilica dei Santi Maria e Donato - Scuola del vetro Abate Zanetti - Chiesa di Santa Maria degli Angeli
 

 
 
mappa Murano

 

 

Scarica la versione stampabile dell'itinerario:

 
 

L'isola di Murano è famosa per la lavorazione del vetro, da quando verso la fine del XIII secolo venne imposto il trasferimento da Venezia di tutte le fornaci, come misura di sicurezza contro il pericolo di incendi. La particolare tecnica di soffiatura del vetro si può ancora vedere in alcune delle numerose vetrerie dell'isola.
L'itinerario che proponiamo si articola in tre distinte aree dell'isola collegate tra loro dai mezzi di trasporto pubblico.

[ 1 ]
Dopo aver preso da Piazzale Roma o dalla Ferrovia il motoscafo Giracittà della linea 3 o della linea 4.2 (accessibili ad una sola carrozzina per volta) scendete alla fermata Murano Colonna.

 
 
Interno della chiesa di San Pietro Martire

[ 2 ]
Percorrendo la Fondamenta dei Vetrai arriverete alla Chiesa di S. Pietro Martire, di epoca rinascimentale, all'interno della quale potrete ammirare le tele di Paolo Veronese, di Domenico e Jacopo Tintoretto e la Madonna in trono di Giovanni Bellini.
La chiesa, aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00 e il sabato dalle 12.00 alle 18.00, è accessibile dalla porta laterale.
Proseguendo lungo la fondamenta troverete Palazzo da Mula, costruito dai patrizi veneziani come dimora di villeggiatura, ora sede della municipalità.

 
 

[ 3 ]
Per raggiungere la seconda area prendete alla fermata Da Mula, proprio di fronte al palazzo, il motoscafo della linea 4.2 e andate alla fermata Murano Museo.

 
 
Arte vetraia

[ 4 ]
Da Riva Longa girando in Fondamenta Giustiniani troverete il Museo del Vetro, istituito dall'abate Vincenzo Zanetti nel 1861, preziosa esposizione di prodotti dell'arte vetraia dai tempi antichi ad oggi.  Le sale espositive sono accessibili grazie alla presenza di un ascensore.

[ 5 ]
 Procedendo lungo la fondamenta si arriva alla Basilica dei Santi Maria e Donato, all' interno della quale si possono ammirare lo splendido mosaico absidale con fondo oro e numerosi mosaici pavimentali. L'ingresso secondario non presenta ostacoli e una volta entrati, per raggiungere le 3 navate è presente una rampa. La chiesa è aperta tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

 
 

[ 6 ]
Tornati in Campo San Donato, sul retro della basilica, proseguite prima per Fondamenta San Lorenzo e poi a sinistra in Calle delle Conterie dove potete vedere un bell'esempio di archeologia industriale: le Conterie, un complesso di stabilimenti che producevano le omonime perline di vetro colorate usate come ornamenti e talvolta come mezzo di scambio con altri popoli.
Arrivati in Campo S. Bernardo, svoltate a sinistra e giunti in Fondamenta Venier girate a destra. Alla fine della fondamenta si trova la Chiesa di S. Maria degli Angeli, di epoca rinascimentale, attualmente chiusa al pubblico.

 
 
Il faro di Murano

[ 7 ]
Per raggiungere la terza area tornate alla fermata Museo percorrendo la Fondamenta Venier, prendete nuovamente il motoscafo Giracittà linea 3 o linea 4.2 e scendete alla fermata Murano Faro.

[ 8 ]
Imboccate Viale Bressagio di fronte all' imbarcadero e girando a destra in Calle Briati troverete la Scuola del vetro Abate Zanetti, erede dell'antica Scuola di disegno per vetrai. La struttura è completamente accessibile e contattando la scuola con anticipo è possibile assistere alla lavorazione del vetro.
Percorrendo invece tutto Viale Bressagio fino alla Fondamenta Manin, girando a destra raggiungerete Campo S. Stefano, dove sorgeva l'omonima chiesa della quale rimane solo l'oratorio. Potrete inoltre ammirare la Torredell' Orologio costruita in stile medievale alla fine dell' 800.

Dalla fermata Murano Faro è possibile prendere la linea 12 ed arrivare all'isola di Burano.

Per ulteriori informazioni sull’accessibilità e gli orari di apertura del Museo e della Scuola del Vetro consultare:
www.visitmuve.it
www.abatezanetti.it

 
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su