A N N U L L A T O

Siamo spiacenti di comunicare che a causa di un serio problema dell'ultima ora la Compagnia Teatrale Kitchen Project – Vicenza non potrà mettere in scena lo spettacolo NASCO ALL'ALBA, in calendario all'Auditorium Lippiello domenica 19 aprile alle ore 21.00.
Lo spettacolo verrà recuperato appena possibile.

Chirignago Zelarino: spettacolo teatrale "Nasco all'alba" con Compagnia Teatrale Kitchen Project – Vicenza

na al

All'Auditorium A. Lippiello domenica 19/4 alle ore 21.00 - Ingresso libero

NASCO ALL’ALBA
Femmina sveglissima dasubito e con una gran voglia di assaporare la vita.
Testo e drammaturgia di Franca Pretto.
Regia Franca Pretto,  Gianni Gastaldon
Scenofonia Gianni Gastaldon
Disegno luci Gianni Gastaldon, Franca Pretto
Interpreti Elisabetta Luise, Franca Pretto, Cristiano Culicchi

 

Una bambina ingovernabile regola i conti con unafamiglia tipicamente italiana e con un'educazione intensamente repressiva e regressiva.
"Nasco all'alba" rimescola le carte di un'infanzia che, tra stupori emagoni ed euforie, passa attraverso molte aurore e molti crepuscoli. 
Natoin forma di commedia agrodolce, lo spettacolo scritto da Franca Pretto evolvecome dramma di un apprendistato alla vita (e alle ambigue attrattive del mondoadulto).
Il ritmodello spettacolo è incalzante.
Dopo un prologo in cui l’attore narra le radicidi questa bambina, intrise di passioni e divieti, di conflitti e di amoretenace, lo spettacolo sboccia in un sistema complesso ed affascinante dicontrappunti, acrobazie narrative ed azioni, in cui le due attrici interpretanole sfaccettature dello stesso personaggio, con essenzialità evocativa, ironia evivacità.  
E’ possibile che un “viaggio teatrale” possasollevare la patina antica tra nostalgia e stupore? Far tornare, per gioco, ai propriricordi, fantasmi gelosamente custoditi e impolverati?
Tra voli e cadute, in un fluttuare continuo tra leggerezzaed amarezza lo spettacolo risveglia emozioni, ricordi e stati d’animo, provatinell’infanzia, quando il proprio corpo è tanto piccolo, ma i sentimenti sono avolte smisurati.  
In questo spettacolo, destinato agli adulti, una bimbatenace ed entusiasta tenta reiteratamente di far decollare la propria vita,anche se viene ripetutamente abbattuta.
Tra alti e bassi faticosi, dove l’ombradella sfiducia fa indurire l’animo e l’amarezza e la rabbia si travestono dicattiveria, s’intravede un percorso capace di aprire uno spiraglio e di dare laforza necessaria a far presa sulla propria vita.  
In scena le comuni contrarietà, vecchie come ilmondo, fra genitori e figli bambini, le disapprovazioni d’ogni giorno, i sensidi colpa che fanno vergognare, gli affetti non espressi, le parole cattiveche sono dette senza accorgersi….conflitti della quotidianità consideratidi poco conto, incomprensioni abituali di cui non vale la pena parlareseriamente, ma che tutti abbiamo vissuto e teniamo ancora dentro di noi.  
“Nasco all’alba” è uno spettacolo caparbio e raffinato, determinatocome l’incalzare delle situazioni rappresentate e delicato come il frusciodegli aquiloni che ad un certo punto abitano il silenzio regalando l’emozionedi un tempo sospeso.

 



Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su