Il Fondo Immobiliare - Città di Venezia

 

La costituzione di un fondo immobiliare da parte del Comune di Venezia, poi denominato “Fondo Immobiliare - Città di Venezia”, è stata approvata con delibera del Consiglio Comunale Consiliare n. 95  del 30/7/2009, quale strumento del Piano di alienazione e valorizzazione di 18 immobili comunali, previsto per gli Enti Locali dall'art. 58 del D.l. 112/2008.

A seguito di una regolare procedura di gara, a cui hanno partecipato una decina di operatori specializzati, la SGR EstCapital è stata individuata come Società di Gestione quale soggetto a cui affidare la gestione del costituendo Fondo Immobiliare.

Il fondo immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati "Fondo Immobiliare - Città di Venezia" ha durata decennale e quindi scadenza al 31/12/2020.

In data 29/12/2009 è con atto notarile sono stati apportati n.7 immobili compresi nel Piano delle Alienazioni a fronte del quale sono state attribuite al Comune di Venezia n. 410 Quote di Classe "A" di valore nominale pari a euro 100.000,00 e n. 1 Quota di Classe B (con specifici poteri di governance) di valore nominale pari a euro 25.000,00.

Nella medesima data sono stati stipulati gli atti di compravendita con il fondo immobiliare dei residui 11 immobili compresi nel Piano predetto per un corrispettivo complessivo di € 41.522.750 versato al Comune dalla SGR, che allo scopo aveva stipulato un contratto di finanziamento bancario per conto del fondo immobiliare, al cui rimborso destinare i proventi della dismissione dei 18 immobili ad esso trasferiti.

In particolare il contratto di finanziamento ha previsto la concessione al Fondo di due Linee di Credito, entrambe garantite da ipoteca su tutti gli immobili del Fondo: la prima (Linea "A") pari all'importo di 42 milioni di euro, funzionale al pagamento del corrispettivo della cessione degli immobili, e la seconda (Linea "B") pari all'importo massimo di 8 milioni di euro, funzionale al pagamento degli interessi maturandi e delle spese di gestione del fondo. Sono in corso le procedure con la banca per il rinnovo delle linee di credito.

Ad oggi, è in essere un contratto preliminare di compravendita per l’immobile sito in Piazzale Roma per un importo pari a 6 milioni di euro, e sono state perfezionate due cessioni (ex Uffici della Procura di S. Cassiano per 9,6 milioni di euro nel 2012 e la Casa della Laguna per 1,15 milioni di euro nel 2013), che hanno consentito un rimborso limitato del finanziamento bancario, il cui importo residuo al 31/12/2014 è pari a circa 43 milioni di euro.

Nel Rendiconto al 31/12/2014 il valore dei 16 immobili residui del Fondo è stato valutato dalla SGR in ca. euro 49 milioni per cui il valore complessivo netto del Fondo è pari ad euro 5.474.786,00.

Le quote del Fondo di classe A sono attualmente interamente possedute dal Comune di Venezia e sono liberamente trasferibili a soggetti con i requisiti di investitore qualificato richiesti per la partecipazione a fondi immobiliari di tipo chiuso e riservato.

La quota di classe B, di limitato contenuto patrimoniale, ma con specifici poteri di governance anch'essa interamente posseduta dal Comune di Venezia, non può essere trasferita.

Il Regolamento prevede anche la possibilità di emettere quote di classe C, di cui è stata recentemente approvata dall’Assemblea la prima emissione (vedi apposita sezione).

Infine il vigente Regolamento prevede una ulteriore categoria di quote di Classe D la cui emissione è destinata esclusivamente al rimborso del debito del Fondo.

 

 
 
 
 
 
  • aggiornamento pagina 13 aprile 2015

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su