RATEAZIONE VERBALE CODICE DELLA STRADA

ai sensi dell'art. 202 bis del Codice della Strada (pagamento in misura ridotta)

Per accedere alla rateazione dell’ importo scritto a verbale (pagamento in misura ridotta) occorre verificare che:

- Il verbale sia stato contestato o notificato da meno di 30 giorni;
- l’importo del singolo verbale sia uguale o superiore a € 200;
- il reddito imponibile ai fini IRPEF del richiedente, risultante dall'ultima dichiarazione (Cud, 730, Unico) non sia superiore a euro 10.628,16.

Nel caso in cui il richiedente conviva con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso l'istante, e il limite di reddito di € 10.628,16 è elevato di euro 1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi.

In presenza di questi requisitil’interessato, entrotrenta giorni dalla contestazione o notifica del verbale,  potrà presentare la richiesta di rateazione utilizzando il seguente modello


Entro novanta giorni dalla presentazione della richiesta può essere emesso:

- Il PROVVEDIMENTO DI PAGAMENTO RATEALE della sanzione.
La singola rata, comprensiva degli interessi, non potrà essere comunque inferiore a € 100,00

oppure

- Il PROVVEDIMENTO DI DINIEGO (per mancanza dei requisiti).
 In tal caso il pagamento del verbale per l’intero importo dovrà avvenire entro trenta giorni dalla notificazione del provvedimento di diniego.

La presentazione della richiesta di rateazione  implica la rinuncia a proporre ricorso al prefetto o al giudice di pace.

SE NON SI PAGA LA RATA
In caso di mancato pagamento della prima rata  o, successivamente, di due rate, il debitore decade automaticamente  dal beneficio della rateazione

CI SONO DEI COSTI?
Sulle somme il cui pagamento è stato rateizzato si applicano gli interessi legali.
L’istanza di rateazione presentata con autonoma richiesta è sottoposta all’imposta di bollo vigente (€ 16,00).
Le spese postali relative all'invio del provvedimento di rateazione saranno addebitate nella prima rata.

ATTENZIONE: la errata, parziale  incompleta compilazione dell’istanza e/o la mancanza o irregolarità della documentazione richiesta  motiva e comporta il rigetto dell’istanza.

Normativa

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su