Al via i lavori alla pavimentazione dei Campi S. Agnese e S. Polo: tornano i masegni in Rio Terà Foscarini

Partono nuovi cantieri per la manutenzione urbana in centrostorico, malgrado la difficile situazione economica: l'assessorecomunale ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni, ha infattiannunciato che hanno preso il via gli interventi per il rifacimentodella pavimentazione della zona di Sant'Agnese e di Campo SanPolo, con una conferenza stampa svoltasi lo scorso 31 maggio al Centro Don Orione,alla presenza di numerosi cittadini del sestiere di Dorsoduro.

“Si tratta di un impegno – hasottolineato Maggioni riferendosi in particolare all'intervento aDorsoduro - che avevo preso con i residenti quando venne tolto, dopoanni, il deposito dei masegni delle Gallerie dell'Accademia daCampo Sant'Agnese, e che viene ora portato a compimento,riqualificando un'area che sta diventando sempre piùimportante sia dal punto di vista culturale che residenziale”.L'intervento prevede la sistemazione della pavimentazione delCampo e, parallelamente, la copertura, con i 'masegni' messi adisposizione dalla Soprindenza, del Rio Terà Foscarini, insostituzione al calcestruzzo. Questo, in particolare, è statoparzialmente già demolito da Italgas – impegnataattualmente a sostituire le vecchie tubature sottostanti - consentendoun risparmio di tempi e costi di esecuzione. Il cantiere dovrebbechiudersi entro fine febbraio 2014, anche se un anticipo a fine anno– tempo permettendo - non è escluso. A completamentodella riqualificazione dell'area, il dirigente dei Lavoripubblici, Roberto Benvenuti, ha inoltre specificato che già dalunedì verranno rimossi i masegni ancora accatastatinell'adiacente Piscina Sant'Agnese e che, nel corso degliinterventi, verrà anche valutato come valorizzare il verdepubblico del Campo. A questo proposito l'Amministrazione staesaminando la proposta dell'associazione sportiva Club Delfino dioccuparsi della sua manutenzione.

    Come per Sant'Agnese, Maggioni ha fattosapere che anche in Campo San Polo la cantierizzazione avverràper tratti, consentendo sempre il transito, anche in periodo estivo,quando verrà allestito il cinema all'aperto.“L'importante – ha ribadito l'assessore –è che la cittadinanza invii eventuali suggerimenti o problemi:sappiamo che i cantieri portano inevitabilmente disagi, ma se ildialogo tra Amministrazione e residenti è aperto si puòcercare di ridurli”.

    Non appena avverrà il trasferimento deifondi della Legge Speciale, un terzo cantiere importanteprenderà infine avvio a Venezia, ossia quello di salvaguardiadel Ponte dell'Accademia. A tale riguardo, Maggioni ha riferitoche nelle scorse settimane l'Assessorato ai Lavori pubblici haeffettuato un primo intervento sperimentale, sul lato di Campo SanVidal, per individuare le modalità tecniche e tecnologichepiù adatte a realizzare un'opera manutentiva che duri neltempo. L'obiettivo è quello di sostituire le parti ligneedegradate e di fare in modo, per il futuro, che queste non entrino incontatto con la struttura metallica.

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su