Indizione di Referendum Consultivo Popolare

Come si fa: il Referendum Consultivo Popolare può essere indetto dal Consiglio di Municipalità con propria deliberazione su richiesta di almeno il 5% delle/dei cittadine/i elettrici/tori residenti nel territorio o su proposta dei 4/5 dei componenti del Consiglio, su questioni di rilevanza generale attinenti alle materie di competenza municipale. Non possono essere oggetto di referendum consultivo gli argomenti elencati al punto 4 dell'art. 28 dello Statuto Comunale (1. atti di elezione, nomina, designazione, revoca e decadenza ; 2. personale del Comune e delle Aziende speciali od isituzioni ; 3. bilanci, tributi e finanza ; 4. materie nelle quali siano già stati adottati provvedimenti con conseguenti impegni finanziari o rapporti contrattuali con terzi ; 5. pareri richiesti da disposizioni di legge ; 6. tutela dei diritti delle minoranze).
Il referendum consultivo popolare non può avere luogo in concomitanza con altre operazioni di voto.

Chi può richiederlo: la richiesta deve essere sottoscritta da almeno il 5% di cittadine/i elettrici/tori residenti nel territorio della Municipalità o proposta dai 4/5 dei componenti del Consiglio.

Cosa occorre: presentare la richiesta scritta al Protocollo Generale della Municipalità.

Modulistica: vedi modulo scaricabile.

Quanto tempo ci vuole: lo svolgimento e la relativa procedura referendaria è definita da apposito Regolamento Comunale.

Riferimenti normativi: art. 8, comma 3, D. Lgs 267/200, Art. 28 Statuto Comune di Venezia, Art. 50 Regolamento comunale delle Municipalità, Art. 25 Regolamento Interno della Municipalità di Marghera.


Direzione: MUNICIPALITA' DI MARGHERA
Ufficio: Servizio Attività Istituzionali
Sede: Piazza Municipio n. 1 - Marghera
Orario per il pubblico: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13 ; martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17.
Telefono: 041-2746321 / 6311 ; Fax 041-2746317

Responsabile del procedimento: Alessia Polesel

Aggiornato al: 01/04/2014

 
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su