Accordi di programma

sottoscritti tra lo Stato (Magistrato alle Acque), Regione del Veneto, Comune di Venezia ai sensi dell'art.27 Legge 08/06/1990 n.142 e dell'art.5 Legge 05/02/1992 n.139

L'accordo di programma dell'agosto 1993 stipulato tra Stato, Regione Veneto e Comune di Venezia ( pubblicato sul BUR n.54 del 1 Luglio 1994) e in parte modificato il 13 agosto 1999, promuove il coordinamento tra i tre soggetti istituzionali cui compete la salvaguardia di Venezia e della sua laguna, nonchè i termini della loro partecipazione finanziaria, riguardo ad alcuni principali interventi ricadenti sotto le rispettive competenze. A tutt'oggi gli interventi dei quali è attuatore il Comune di Venezia, che a sua volta li ha affidati all'esecuzione di Insula, sono il risanamento igienico-sanitario dell'isola di Pellestrina ,l'intervento integrato di Burano e il Progetto Integrato Rii.

Forniamo di seguito il testo degli accordi di programma pubblicati sul BUR.


Pellestrina San Pietro in Volta

(cofinanziato dalla Regione con il 70% della spesa)
Complesso di opere che si prefiggono di proteggere l'isola dalle "aggressioni" del mare e dalle "invasioni" della laguna. Per rispondere a tali necessità, sono stati realizzati a cura del Magistrato alle Acque i lavori di rinforzo delle difese amare e di marginamento del lato interno verso la laguna. (opere interamenterealizzate). L'efficacia diquesti interventi dipende, però, dalla realizzazione di una nuova retefognaria, realizzata solo in parte, di tipo "ermetico", eliminando lacomunicazione con la laguna e convogliando le acque reflue al depu­ratore delLido una volta completata la rete. La rete mista in corso di realizzazione èsuddivisa in primaria - il collettore principale - e seconda­ria, ovverol'insieme di segmenti che penetrando nelle calli sono di collegamento con leutenze. Contemporaneamente si procede alla realizza­zione dei servizi a rete,al miglioramento dell'arredo urbano e al riordino della viabilità, con laseparazione degli spazi pedonali dalle aree ri­servate alla circolazione deiveicoli, tutti aspetti che valorizzano la vivibilità e il tessuto urbano,contribuendo al risanamento edilizio.

 

Burano

(cofinanziato dalla Regionecon il 40% della spesa)
Complesso di opere che mirano a dotare l'isola di infrastrutture adeguate alla vitacontemporanea.
È finalizzato:
- all'adeguamento alle normative relativeagli scarichi di tipo civile in laguna, at­traverso il totale rifacimento   
del sistema fognario, realizzando una rete di raccolta di tipo separato e recapito dei reflui al de­puratore;
-a eliminare i disagi attribuibili ai fenome­nidi marea medio-alta, attraverso il rialzo della pavimentazione e la realizzazione di opere di chiusura dell'imbocco dei rii, pro­teggendo l'interoperimetro dell'isola di Burano a quota +135 cm. La difesa tramite chiusure mobili èresa possibile dall'elimi-nazione degli scarichi bianchi e neri pre­senti sul lato laguna e degli scarichi neri riversanti nei rii.;
-ad ammodernare i ser­vizi a rete(acqua, energia elettrica, gas e telefonia), e recuperare la funzionalità dei margi­namenti esterni e dei muri di sponda inter­ni, la realizzazione distrutture di ormeggio integrative, la ricostruzione di ponti, pavi­mentazione everde urbano.

 

Progetto Integrato Rii

(cofinanziato dalla Regionecon il 40% della spesa)
Il piano di manutenzione di Venezia, rappresenta un grande intervento di risanamento urbano, il più grande attuato a Venezia. Avviato nel 1994 e con una durata trentennale, il piano di manutenzione rende operativi gli interventi previsti dal "progetto integrato rii", nome con il quale viene denominato. Gli interventi integrati per il risanamento igienico ed edilizio, sono obiettivo prioritario per il ripristino idraulico dei rii e delle loro sponde. Per garantire la sopravvivenza fisica della città, a fronte di un finanziamento medio annuo e costante, di 40 milioni di euro, il tempo necessario alla conclusione dell'intero piano sarebbe di 20 anni. Lo scostamento, attuale, è imputabile al contrarsi dei finanziamenti. L'investimento "straordinario" per arco temporale e finanza spesa, sarebbe però, di fatto, vanificato se non fosse accompagnato, prima della sua conclusione, da interventi di manutenzione"ordinaria"( 5 milioni annui per il triennio in considerazione) alla straordinarietà dei lavori eseguiti. Il piano di manutenzione si declina:
- scavo dei rii a secco e aumido
- restauro statico di rive,sponde e fondazioni di edifici prospicienti i rii
- restauro e nuovarealizzazione ponti
- restauro e rialzo dellapavimentazione pubblica
- manutenzione e rinnovo delsistema fognario  
- riattivazioneidraulica e strutturale di rii coperti
- razionalizzazione nel sottosuolo dei sottoservizi a rete

 

 

Accordi di Programma conclusi

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su