Regolamento d’uso degli spazi della Municipalità di Favaro Veneto

   
Allegato n. 1 alla Deliberazione del Consiglio della Municipalità di Favaro Veneto n. 1 del 4.2.2014.
 
 
REGOLAMENTO D’USO DEGLI SPAZI DELLA MUNICIPALITA’ DI FAVARO VENETO
   
Art. 1 – Oggetto del Regolamento
Il presente Regolamento disciplina l’uso dei locali di proprietà comunale a disposizione della Municipalità.
I locali e le strutture il cui utilizzo è disciplinato dal presente regolamento, sono:
1. Sala del Consiglio della Municipalità;
2. Sala Commissioni della Municipalità; 
3. Sala Polifunzionale, sita p.t. dell’immobile denominato “Ex Scuola F.lli Cervi”;
4. Sala sita nell’immobile denominato “Villaggio Laguna” Piazzale Zendrini;
5. Auditorium “L. Sbrogiò”; 
6. Gazebo nel giardino interno della Municipalità;
7. Atrio d’ingresso dell’Ex scuola Gramsci a Campalto ( solo seggi elettorali e mostre).
Gli spazi sopraelencati (se non diversamente specificato) potranno essere concessi in modo occasionale e/o temporaneo. 
  
Art.2 – Finalità d’uso dei locali
I locali e le strutture possono essere concessi in uso per: 
attività dell’Amministrazione Comunale;
iniziative di carattere politico, sindacale, sportivo, sociale, culturale, artistico e ricreativo;
convegni e manifestazioni artistiche, culturali, sociali sportive, mostre, commemorazioni;
seminari, incontri, convegni, stages, corsi di formazione;
assemblee pubbliche indette da soggetti pubblici o privati, condominiali;
conferenze di servizi, corsi di formazione organizzati dal Comune, riunioni di lavoro.

Art.3 – Soggetti richiedenti 
1. Possono chiedere l’uso dei locali e delle strutture di cui all’art. 1, fatto salvo quanto specificato negli articoli successivi, i soggetti:
a) associazioni culturali, sportive e ricreative, di volontariato senza scopo di lucro/onlus;
b) comitati di cittadini istituiti  in associazioni per la tutela e la salvaguardia di interessi collettivi;
c) gruppi, partiti politici e organismi politici;
d) sindacati;
e) associazioni di categoria;
f) organismi religiosi;
g) organismi e istituzioni scolastiche locali;
h) enti pubblici che ne facciano richiesta per promuovere ed organizzare iniziative di interesse per la collettività;
i) soggetti privati;
j) uffici e servizi comunali;
2. Nell'attribuzione della concessione avranno la precedenza i soggetti operanti in ambito municipale e le associazioni che siano iscritte all'Albo comunale delle Associazioni;
3. La concessione in uso può essere rilasciata anche a soggetti diversi da quelli elencati al precedente comma, purché si tratti di soggetti che non agiscano a scopo di lucro o che, pur agendo a scopo di lucro, svolgano comunque attività socialmente rilevanti.

Art.4 – Sala Consiglio sita al 1° piano del Centro Civico, di mq. 105,82 e avente una capienza di n. 49 persone
La Sala Consiglio della Municipalità è destinata principalmente all'attività istituzionale che è preminente rispetto agli altri usi e, ove richiesto, per lo svolgimento dei matrimoni. Potrà inoltre essere utilizzata per dibattiti, iniziative socio-culturali, mostre, e comunque per tutte quelle attività che abbiano un interesse per la cittadinanza e che siano organizzate dalla Municipalità o che abbiano ricevuto il patrocinio dalla stessa. Durante le campagne elettorali la sala sarà  messa a disposizione a decorrere dal 30° giorno antecedente e sino alle ore 24 del venerdì precedente la data delle elezioni. Potranno inoltre essere svolte iniziative di carattere politico, le consultazioni primarie dei partiti o elezioni di C.d.a. di enti pubblici. In caso di sopraggiunta attività istituzionale la concessione, già rilasciata, sarà revocata.
Per quanto riguarda l’apertura, sorveglianza e chiusura della Sala Consiglio, nonché per l’utilizzo degli impianti presenti potranno essere svolti da:
Associazioni, tramite i loro iscritti, che hanno stipulato apposite convenzioni con la Municipalità;
personale dipendente del Comune di Venezia;
Presidente o Consigliere da lui delegato.

Art. 5 – Sala commissioni sita al 1° piano del Centro Civico, di mq. 31.85 e avente una capienza di n. 15 persone
La Sala commissioni è utilizzata principalmente per le attività istituzionali e dei servizi municipali (svolgimento commissioni, conferenze di servizio, riunioni degli uffici ecc.). Potrà essere eccezionalmente concessa per le attività previste all’art. 4. 

Art.6 -  Gazebo sito nel giardino interno della Municipalità di mq. 9
Il Direttore della Municipalità potrà concedere a terzi e a titolo gratuito, la struttura denominata “Gazebo” ubicata nel giardino interno della Municipalità, per lo svolgimento di piccole feste (matrimoni civili, compleanni). I concessionari dovranno garantire la pulizia e  il ripristino dell’area al termine dell’attività. Non potrà essere utilizzato il quadro elettrico presente. Per quanto riguarda le emissioni di rumori si fa riferimento al Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Venezia.

Art.7 – Auditorium “L. Sbrogiò” sito in via Gobbi 19, di mq. 209 avente una capienza di n. 99 persone
L’Auditorium potrà essere concesso per  conferenze, riunioni, dibattiti, corsi di formazione, iniziative culturali, sociali, sportive, politico-sindacali, mostre, concerti, rappresentazioni teatrali, cori e comunque per tutte quelle attività che abbiano un interesse per la cittadinanza, aperte alla presenza del pubblico in numero non superiore a 99 unità. Non potranno essere autorizzate:
attività che prevedono la somministrazione di bevande e/o alimenti;  
balli, danze;
attività che prevedano l’utilizzo di fiamme libere o di qualsiasi sostanza infiammante;
attività che possano danneggiare il pavimento e che comunque saranno valutate al momento della richiesta;
I concessionari, al termine dell’attività, dovranno garantire il riordino della sala e il ripristino della completa funzionalità dell’impianto audio/video. Le attrezzature audio/video presenti dovranno essere utilizzate da personale specializzato  autorizzato dalla Municipalità. Il pianoforte, presente in sala, potrà essere concesso in utilizzo, su richiesta, solamente a personale competente (maestri di musica o allievi sotto supervisione di un responsabile); lo strumento non potrà essere spostato dal palcoscenico. In ogni caso i terzi garantiranno, a proprie spese, l’accordatura ed eventuali danni arrecati avvalendosi di ditte specializzate e previa autorizzazione del servizio competente. Il materiale presente nel retropalco potrà essere utilizzato, se autorizzato, con cura e rimesso a posto.Per quanto riguarda l’apertura, sorveglianza e chiusura dell’Auditorium nonché per l’utilizzo degli impianti presenti potranno essere svolti da:
Associazioni, tramite i loro iscritti, che hanno stipulato apposite convenzioni con la Municipalità;
personale dipendente del Comune di Venezia;
Presidente o consigliere da lui delegato.

Art.8 – Sale polifunzionali 
1) sita p.t. dell’immobile denominato “Ex Scuola F.lli Cervi” Piazzale Zendrini n. 14 di mq.135 avente una capienza di n. 99 persone
2) sita nell’immobile denominato “Villaggio Laguna” Piazzale Zendrini avente una capienza di n.30 persone;
Le sale polifunzionali di cui all’art. 1 punti 3 e 4 possono essere concesse per tutte la attività previste dall’art. 2 in base alla capienza autorizzata nella sala richiesta. La concessione è condizionata alla disponibilità della singola sala in quanto le stesse possono anche venir concesse ad uso continuativo con atti deliberativi dell'esecutivo di municipalità ad associazioni del territorio. 

Art.9 – Tariffe e pagamenti
Per l’uso degli spazi, oggetto del presente regolamento, saranno applicate le tariffe in vigore al momento del rilascio della concessione. Il pagamento delle tariffe dovrà essere effettuato in via anticipata; il mancato pagamento della tariffa comporta la revoca dell’assegnazione. Ai soggetti che dopo aver ottenuto la concessione non usufruiscano dei locali senza alcun preavviso o che non comunicano la disdetta dei locali 24 ore prima dell’evento, sarà addebitata l’intera somma senza rimborso. L’Esecutivo Municipale, con propria deliberazione, potrà concedere, a titolo gratuito, gli spazi di cui all'articolo 1.

Art. 10 - Richiesta degli spazi di cui all'art. 1
La domanda per l’utilizzo occasionale e/o temporaneo degli spazi dovrà essere indirizzata alla Municipalità su apposito modulo scaricabile dal sito http://www.comune.venezia.it/favaroveneto_modulistica, o richiesto all’Ufficio Concessione Spazi, e protocollata presso gli uffici di protocollo generale.La presentazione delle domande dovranno pervenire almeno 15 giorni prima della data in cui viene richiesta la concessione dello spazio.

Art.11 – Obblighi e responsabilità connessi all'utilizzo dei locali
I richiedenti sono personalmente responsabili, e come tali perseguibili ai sensi di legge, per ogni danno ai beni comunali derivante da qualsiasi azione od omissione dolosa o colposa, avendo i concessionari l’obbligo della vigilanza e della custodia delle persone e cose, badando che alla fine dell’iniziativa lo spazio concesso rimanga in ordine e vengano chiuse finestre, luci e porte. In caso di danni riscontrati e/o causati i concessionari dovranno dare immediata comunicazione agli uffici competenti. Nel caso vengano consegnate le chiavi di accesso il concessionario è tenuto a conservarle personalmente, in caso di smarrimento verrà addebitato l’intero costo della sostituzione della serratura. 
I concessionari che riconsegnino gli spazi in particolare disordine o provochino danni saranno esclusi da ulteriori concessioni, fatto salvo il risarcimento del danno causato.
I concessionari devono ottemperare agli obblighi prescritti dalla legge con particolare riguardo in materia di sicurezza nei locali aperti al pubblico e cioè:
- siano rispettati gli affollamenti massimi consentiti;
- siano rispettati i cariche di incendio (depositi, materiale cartaceo o infiammabile);
- vengano spente le apparecchiature elettriche alla chiusura dei locali, evitare di sovraccaricare le prese con l’uso di prese elettriche multiple, verificare che le prese di aerazioni delle apparecchiature siano sempre libere da ostruzioni.
Ai concessionari  è fatto inoltre divieto di:
- ostruire le vie di fuga, i passaggi, i corridoi e le uscite di emergenza;
- fumare in tutti i locali;
- rimuovere o modificare dispositivi di sicurezza, di segnalazione e di controllo;
- manomettere le attrezzature e gli impianti dell’edificio (estintori, coperte antifiamma, naspi,idranti ecc,) il meccanismo di autochiusura delle porte REI e utilizzare sistemi di bloccaggio delle stesse( es: cunei di legno ecc.);
- portare e utilizzare apparecchi, macchinari e materiali non autorizzati dall’Amministrazione Comunale (es: elettrodomestici, stufette, ventilatori ecc.);
- introdurre negli ambienti apparecchi a fiamme libere, liquidi infiammabili (es: alcool, benzine, solventi, ecc.);
- depositare materiali combustibili a terra o lungo le vie di esodo e nei locali tecnici.
L’uso dei locali non potrà essere protratto oltre le ore 23.00, eventuali deroghe dovranno essere autorizzate preventivamente.
La Municipalità non è responsabile per eventuali danni o furti che i beneficiari della concessione possono subire quando tali danni non siano oggettivamente imputabili a essa.

Art.12 – Diniego, revoca, sanzioni
Per qualsiasi necessità della Municipalità e più in generale dell’Amministrazione Comunale, imprevista e inderogabile, la concessione delle sale può essere revocata in ogni momento, con provvedimento motivato.
È vietata qualsiasi forma di cessione o sub-cessione degli spazi concessi.
La concessione potrà essere rigettata quando richieda un allestimento degli spazi che arrechi pregiudizio all’immobile o agli arredi, oppure quando abbia finalità di lucro ma la Municipalità non ritenga opportuno tale utilizzo.

Art.13 - Norme per la concessione spazi ad uso continuativo
La presentazione delle domande di rinnovo della concessione annuale o periodica degli ulteriori spazi (di cui all’allegato elenco) da parte delle associazioni dovrà essere presentata al Protocollo Generale entro il 30 ottobre di ogni anno su carta intestata dell’associazione e firmata dal Presidente o suo legale rappresentante indicando lo spazio, l’uso esclusivo o non, l’attività svolta all’interno degli spazi che non deve essere commerciale, iscrizione all'Albo comunale delle Associazioni. In caso di disponibilità di spazi la domanda può essere presentata in qualsiasi periodo dell'anno.Successivamente all’approvazione della delibera di Esecutivo, a seguito comunicazione da parte dell’Ufficio Spazi dell’assegnazione e quantificazione del canone e quote consumi, le associazioni, entro 30 giorni,  dovranno provvedere alla sottoscrizione della concessione. Il pagamento del canone concessorio annuale dovrà essere effettuato nei successivi 30 giorni dalla sottoscrizione pena la revoca della concessione.Anche per le concessioni annuali/periodiche si applica quanto previsto dall’art. 12 del presente regolamento in materia di sicurezza. Per tutto quanto non previsto dal presente regolamento si richiama il “Regolamento per la Gestione dei beni immobili del Comune di Venezia” attualmente in vigore.  
   
   


 

  
  
Allegato n. 2 alla Deliberazione del Consiglio della Municipalità di Favaro Veneto n. 1 del 4.2.2014.


ELENCO SPAZI CHE POSSONO ESSERE CONCESSI IN USO CONTINUATIVO 

Direzione MUNICIPALITA’ DI FAVARO VENETO 

Denominazione sede
Indirizzo
Tipologia sede
Municipalità Favaro Veneto
Via Altinia, 7-9 Favaro Veneto
n. 2 stanze + servizi
Ex Scuola “E. De Nicola”
Via Gobbi, 19/A Favaro Veneto
n. 3 stanze ad uso Associazioni + servizi
Ex Centro Sociale “Villaggio Laguna”
P.le Zendrini, 22 Campalto
n. 9 stanze ad uso Associazioni + servizi
Ex Scuola “Peter Pan”
Via Litomarino, 76 Ca’ Noghera
n. 5 stanze ad uso Associazioni + servizi
Ex Scuola ”Marone”
Via Ca’ Solaro, 63 Favaro Veneto
n. 2 stanze ad uso Associazioni + servizi
Ex Scuola “Gramsci”
P.le Zendrini, 7 Via Sabbadino Campalto
n 23 stanze ad uso Associazioni + servizi
Ex Scuola “F.lli Cervi”
P.le Zendrini, 14/Via N. Dal Cortivo, 87 Campalto
n. 5 stanze ad uso Associazioni + servizi
Gazebo
Via Ca’ Rezzonico Favaro Veneto
n. 2 stanze ad uso Associazioni + servizi
Ex Scuola “Pascoli”
Via Orlanda Campalto
n. 3 stanze ad uso Associazioni
“Villa Baroffio”
Via Sabbadino Campalto
n. 6 stanze ad uso Associazioni

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su