Venezia

Il centro storico di Venezia è costituito da oltre 120 insule collegate tra loro da 437 ponti, diversi uno dall'altro per struttura, materiali, dimensioni, disegno.
Nell'attuale fase di attuazione del PEBA di Venezia, tenendo conto del ruolo chiave del trasporto pubblico acqueo nel garantire l'accessibilità urbana, sono stati individuati alcuni ponti strategici secondo un'ottica d'integrazione tra accessibilità acquea e mobilità pedonale.
Questa politica d'intervento è improntata ad alcuni criteri di fondo:
·       uno stretto rapporto di collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia;
·       la sperimentazione di soluzione alternative, che possano garantire una "accessibilità equivalente" ;
·       una metodologia progettuale impostata sui criteri della progettazione universale (design for all);
·       la qualità del progetto, attraverso l'attivazione di procedure concorsuali e la selezione di progettisti che possano esprimere un approccio progettuale nuovo e diversificato, nonché la promozione della formazione rivolta a giovani professionisti (l'ufficio EBA, ad esempio, ospita il progetto del Servizio Civile Nazionale "Venezia accessibile").
 
Rispondono ai criteri di fondo sopraelencati  gli interventi sui ponti veneziani, in corso di progettazione e in appalto o già realizzati (anche da soggetti diversi dal Comune, come ad esempio le società partecipate, la Biennale, etc. ), nonché gli interventi per la collocazione delle pavimentazioni tattili utilizzate all'interno della città lagunare per migliorare la mobilità delle persone non vedenti.

 
progetti in corso
interventi già realizzati
 

 




Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su