Audioguida Servizio Espropri

Avvertenza: per un uso corretto dell'audioguida è necessaria l'installazione di Quicktime Player.

 
 

Asservimento coattivo

Cos'è l'asservimento coattivo ?


L'asservimento coattivo è la costituzione forzata di un diritto reale, a favore della collettività, su di un'area privata, limitando in tal modo l'esercizio del diritto di proprietà da parte del suo legittimo proprietario (cfr. art. 44 T.U.).
Questo diritto, trattandosi nel nostro caso di opere di competenza comunale, è riferito principalmente alla posa in opera di condotte fognarie e di acquedotto e alla loro manutenzione.
La procedura di asservimento è simile a quella illustrata per l'espropriazione, ma con una differenza.
Infatti se è vero che il diritto reale, così come coattivamente costituito, è a carattere permanente, il possesso materiale del bene da parte dell'amministrazione è, invece, temporaneo, poiché finalizzato alla realizzazione dei lavori d'interramento della condotta e di ripristino delle condizioni iniziali dell'area.
Una volta completata l'opera si procede quindi alla formale reintegrazione nel possesso dell'area al suo proprietario, il quale, beninteso, dovrà osservare le clausole limitanti il diritto di proprietà contenute nel decreto costitutivo il titolo di servitù.

Diversi, rispetto alla procedura di espropriazione, sono anche i criteri di calcolo dell'indennità, per la quale - sempre in tema di servitù di fognatura e di acquedotto - si procede nel quantificare secondo un calcolo percentuale dell’indennità d’esproprio, e non del valore venale, altrimenti si correrebbe il rischio di pagare di più l’acquisto di un diritto reale parziario che non l’acquisto della proprietà piena. La percentuale verrà fissata in relazione alla tipologia di asservimento e alla sua invasività rispetto alla facoltà di godimento del bene spettante al proprietario.

Così come per l'espropriazione, anche per l'asservimento coattivo vi è la distinzione tra procedura ordinaria e procedura accelerata.



 
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su