logo di: incentivazione della edilizia ecosostenibile

Incentivazione della edilizia ecosostenibile

Il Comune di Venezia con la Delibera di Consiglio n. 64/2006 ha deciso la presente iniziativa di incentivazione dell'edilizia ecosostenibile.
Nelle premesse della Delibera si leggono i presupposti di questa decisione:

a) il Comune di Venezia ha aderito alla Carta di AAlborg - Carta delle città europee per un modello urbano sostenibile con la Delibera di Consiglio Comunale n. 143 del 08/07/1996;
b) il Piano Energetico Comunale, approvato con Delibera di C.C. n. 151 del 6/7 ottobre 2003, evidenzia in particolare che:
- "A livello internazionale il tema energetico viene sempre più identificato con il problema dei cambiamenti climatici ed i tentativi di limitarne l'effetto, che trovano, al momento, la loro maggiore espressione nel Protocollo di Kyoto, sono uno stimolo per cercare di introdurre il concetto di sostenibilità anche per l'impiego delle fonti energetiche";
- "Escludendo il settore produttivo, le emissioni complessive relative al settore residenziale, terziario e trasporti vedono incrementi, durante il decennio, del 6% (in realtà, se si considera che il territorio del Comune di Venezia ha diminuito la propria estensione nel 1999, con la separazione di Cavallino Treporti, e se si vuole escludere l'influenza delle variazioni climatiche stagionali, l'incremento sarebbe di circa il 14%)";
- occorrono interventi correttivi che interessano anche il settore edilizio tendenti "all'individuazione di interventi di coibentazione degli edifici esistenti ed alla definizione di standard costruttivi per i nuovi edifici tali da garantire livelli di consumo specifico inferiori a quelli attuali" e parimenti occorrono "sistemi più efficienti di utilizzo finale di energia basandosi sul principio delle migliori tecnologie disponibili".


Tale Delibera prevede la variazione della quota di contributo relativa agli oneri di urbanizzazione (una riduzione fino al 30%) e della quota di contributo relativa al costo di costruzione (una riduzione fino al 50%) dovuti per il rilascio del permesso di costruire, a fronte del soddisfacimento di prestazioni energetiche dell'edificio superiori rispetto a quanto prescritto dalle normative vigenti e a fronte di uso di materiali e componenti della costruzione ecosostenibili : l'ottemperare poi singoli requisiti progettuali consente la graduazione percentuale degli sconti.
Lo sviluppo di metodologie progettuali e di tecnologie realizzative innovative che consentano il risparmio energetico nonché la diffusione di un costruire rispettoso dell'ambiente e della salubrità degli edifici stessi è l'obiettivo dell'iniziativa.
Dopo l'esperienza di Bolzano con il suo ormai famoso programma CASA-CLIMA con questa iniziativa di incentivazione dell'edilizia ecosostenibile Venezia si pone all'avanguardia in campo nazionale.

Una targa-premio da affiggere sull'edificio che otterrà l'incentivo pubblicizzerà il suo essere costruito con attenzione all'ecosostenibilità: tale targa premio prevede la segnalazione anche della graduatoria degli stessi attribuendo diverse "stelle" in rapporto al punteggio acquisito.
Pertanto chi nella sommatoria dei punteggi acquisiti nei paragrafi C1 + C2 della "Scheda per il calcolo del riduzione"raggiungerà:
- punti totali 50 avrà diritto ad una stella;
- punti totali 100 avrà diritto a due stelle;
- punti totali 150 avrà diritto a tre stelle;
- punti totali 200 avrà diritto a quattro stelle.

Sono scaricabili i moduli per la richiesta di riduzione della quota di contributo relativa agli oneri di urbanizzazione e della quota di contributo relativa al costo di costruzione dovuto per il rilascio del permesso di costruire, secondo quanto stabilito dalla Delibera di Consiglio Comunale n. 64 del 02.05.2006

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su