Modalità per il rimborso di somme versate per violazioni al Codice della Strada

 

 E' possibile richiedere la restituzione di somme versate in eccesso o non dovute a questa Amministrazione, quali sanzioni in riferimento a verbali per violazioni al Codice della Strada, come per esempio:

  • doppio versamento o versamento in eccesso di sanzioni amministrative
  • versamento di sanzione amministrativa non dovuta o di competenza di altro Ente
  • annullamento/archiviazione di verbale a seguito di Ordinanza del Prefetto oppure di sentenza del Giudice di Pace
  • restituzione cauzione ai sensi dell'art. 193 comma 3 del C.d.s. (nel caso di rottamazione del veicolo)
 

 La richiesta di restituzione potrà essere effettuata compilando l'apposito modulo in tutte le sue parti e a cui allegare copie degli attestati di pagamento nonché fotocopia del documento di identità del richiedente. 

 
 

Attenzione: non si potrà dare corso alle domande di rimborso se richieste da persona diversa dall'avente titolo, ossia da colui cui è intestato il versamento effettuato ovvero dal proprietario del veicolo.

La richiesta, che potrà essere spedita con raccomandata A.R., inviata all'indirizzo PEC protocollo@pec.comune.venezia.it  o consegnata tramite Ufficio protocollo del Comune di Venezia, dovrà pervenire firmata e completa di tutte le generalità del richiedente o del legale rappresentante della Ditta richiedente (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, sede della Ditta, codice fiscale/partita iva, recapito telefonico, causale della richiesta, istituto bancario presso cui fare il bonifico, completo di codice IBAN.

Le richieste pervenute saranno vagliate e verificato l'effettivo diritto del richiedente alla restituzione delle somme, previa disposizione del Dirigente, verrà data disposizione alla Tesoreria comunale affinché venga effettuato il bonifico bancario oppure venga emesso il mandato di pagamento.

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su