Traffico tipico e traffico anomalo

La giornata tipo

La giornata tipo viene costruito eseguendo la media di tutti i valori registrati alla stessa ora di ciascun giorno del periodo considerato partendo dal "data base" d'origine, composto dai dati rilevati ogni 15 minuti; ciascun punto rappresenta la media dei valori registrati allo stesso orario. Successivamente, per arrotondare i picchi e rendere più evidente l'andamento è stata costruita la curva della media mobile sul periodo di un'ora.
Dall'osservazione dei grafici eseguiti sui dati rilevati dalle stazioni di Palazzo Cavalli e Punta Salute si evidenzia che il parametro Hs (altezza d'onda significativa) presenta valori più elevati nelle ore di maggior attività lavorativa (8-20) e valori minori in corrispondenza delle ore di rallentamento delle attività, per poi scendere nelle ore notturne fino a raggiungere, attorno alle ore 3, livelli minimi che possono essere considerati come rumore di fondo.
Per la stazione di Punta Salute i valori sono compresi tra 12 ed 13 cm durante le ore diurne; durante le ore notturne i minimi registrati sono prossimi 6 cm. Per Palazzo Cavalli si osserva lo stesso andamento nell'arco della giornata, con valori più bassi rispetto a quelli di Punta Salute, compresi, di giorno tra 6 e 7 cm e con minimi notturni di 3 cm.
Per quanto concerne l'altezza d'onda massima si riscontra una distribuzione analoga al parametro precedente con valori ovviamente superiori. L'oscillazione giornaliera varia, per Punta Salute, tra un massimo 23-24 cm e un minimo attorno ai 13 cm. Per Palazzo Cavalli i valori di onda massima sono di 14-15 cm nelle ore diurne con un minimo notturno di 9 cm.
La distribuzione delle altezze d'onda risulta coerente con l'andamento dell'intensità del traffico acqueo nell'arco della giornata.

 
Giornata tipo: grafici rilevazioni a Punta Salute e a Palazzo Cavalli
 

Il moto ondoso rilevato durante situazioni di andamento inconsueto del traffico acqueo

Nel presente capitolo i grafici di onda significativa (Hs) e di onda massima (Hm) relativi a festività ed avvenimenti che determinano un inconsueto andamento del traffico acqueo sono messi a confronto con quelli di giornate caratterizzate da traffico ordinario.
Lo scopo è di verificare la sensibilità del sistema di rilevamento utilizzato e, nello stesso tempo, di disporre di una ulteriore conferma che i valori registrati sono attribuibili al moto ondoso prodotto dall'avanzamento dei mezzi a motore.
Per arrotondare i picchi e rendere più evidente l'andamento, unitamente al diagramma dei dati rilevati (linea sottile), è stata costruita la relativa curva della media mobile sul periodo di un'ora (linea spessa). Tutte le considerazioni svolte di seguito si riferiscono a quest'ultimo tracciato.
Le particolari festività prese in considerazione sono:

  • la notte di Redentore 2003, 2004, 2005 con l'elaborazione dei dati rilevati presso la stazione di Punta Salute;
  • la Regata storica 2003, 2004, 2005 con l'elaborazione dei dati rilevati presso le stazioni di Palazzo Cavalli e Punta Salute (in quest'ultimo caso manca l'elaborazione dei dati 2004);
  • il Capodanno 2004, 2005, 2006 con l'elaborazione dei dati rilevati presso la stazione di Rio Novo.

I periodi di riferimento sono costituiti da analoghi intervalli di tempo prelevati dalla settimana precedente o susseguente quella dell'evento.

 

La notte del Redentore

Durante questa particolare festività veneziana è consuetudine, per molti, ammirare lo spettacolo pirotecnico che si svolge tra il Bacino di S. Marco e il Canale della Giudecca a bordo di un'imbarcazione.
Le imbarcazioni impiegate sono migliaia e nelle ore immediatamente precedenti lo spettacolo si portano verso il Bacino di S. Marco, rimangono ormeggiate durante i fuochi d'artificio e quindi, dopo mezzanotte, si rimettono tutte in movimento.
Tutto ciò è ben rappresentato dalle registrazioni effettuate dal sistema di rilevamento del moto ondoso.
Si osserva che l'andamento dei parametri d'onda registrati durante la festività del Redentore negli anni 2003, 2004 e 2005 si discosta sensibilmente da quello rilevato durante rispettivi periodi di riferimento. Infatti, l'altezza d'onda significativa (Hs) inizia a scendere verso il tardo pomeriggio della vigilia del Redentore per raggiungere un minimo di circa 5 cm intorno a mezzanotte (in coincidenza con i fuochi d'artificio, quando tutte le imbarcazioni sono ferme). Segue un'impennata dei valori registrati, al termine dello spettacolo quando le imbarcazioni si rimettono in movimento, fino a raggiungere un massimo relativo di 12 cm tra le 2 e le 3 del mattino. Nei fine settimana di riferimento si osserva invece una diminuzione dal pomeriggio del sabato fino a raggiungere i valori minimi, di 6 cm, tra le 4 e le 7 del mattino. Analoghe considerazioni possono essere fatte per il parametro altezza d'onda massima, che mostrano un minimo di 10÷11 cm in concomitanza con lo spettacolo pirotecnico, ed un massimo relativo di 22÷25 cm tra le ore 2 e le 3.

 
Redentore: grafici rilevazioni a Punta Salute
 

La Regata Storica

Come il Redentore anche la Regata Storica è una festività veneziana che comporta un inconsueto movimento di natanti. In questa giornata domenicale si assiste, nella tarda mattinata, ad un'intensificazione del traffico acqueo dovuta alle imbarcazioni che cercano approdo lungo il Canal Grande e in Bacino S. Marco per assistere alla manifestazione. Durante tutto il pomeriggio, dalle ore 14 circa, il traffico acqueo viene interrotto per consentire la sfilata delle imbarcazioni storiche e lo svolgimento delle regate. Alla fine della manifestazione si verifica il rientro in massa delle imbarcazioni degli spettatori.

 
Regata Storica: grafici rilevazioni a Palazzo Cavalli
 
Regata Storica: grafici rilevazioni a Punta Salute
 

Parametri di moto ondoso misurati dalla stazione di Palazzo Cavalli

Presso la stazione di Palazzo Cavalli, nei tre anni presi in considerazione, sono stati registrati i valori massimi di altezza d'onda significativa (Hs) nella tarda mattinata, tra le 11 e le 13 (7.5 ÷ 8 cm); successivamente si osserva rapida diminuzione, con un minimo tra le 15 e le 18 (~4 cm) in corrispondenza dello svolgimento delle manifestazioni remiere. Un rapido aumento dei valori, che raggiungono il massimo di 7 ÷ 8 cm tra le 19 e le 20 evidenzia la ripresa del traffico acqueo.
L'andamento dell'Hs, nella domenica di riferimento, è invece rappresentato da un diagramma molto piatto tra le 9 e le 20, con valori compresi tra i 6.5 e gli 8 cm.
Per la giornata della Regata Storica il trend del parametro Hm è concorde con quanto esposto per l'Hs; in particolare si registrano valori massimi di ~18 cm nelle ore centrali della giornata ed una diminuzione dei valori fino a ~8 cm nelle ore pomeridiane coincidenti con la regata.

 

Parametri di moto ondoso misurati dalla stazione di Punta Salute

Per questa stazione non sono stati rilevati i dati relativi alla Regata Storica del 2004 per avaria dello strumento. Per il 2003 ed il 2005 gli andamenti dei parametri d'onda durante la manifestazione risultano esser molto simili; in entrambi i casi si osserva una diminuzione del moto ondoso a partire dalle primissime ore del pomeriggio fino a raggiungere dalle ore 16 alle 18.30 valori minimi di ~ 8 cm; è in particolare questa diminuzione che differenzia il trend dei parametri rilevati durante la Regata Storica da quelli della domenica scelta come riferimento; durante questa giornata si registrano infatti valori di onda significativa (Hs) di 15÷17 cm pressocchè costanti fino alle 20.

 

Capodanno

A Capodanno non vengono organizzatii festeggiamenti che comportano modifiche al traffico acqueo, come succede invece per il Redentore e la Regata Storica; tuttavia la diversità degli orari di spostamento della gente per recarsi ai luoghi di festeggiamento trova riscontro nel diverso andamento dei parametri del moto ondoso.
Le misure elaborate si riferiscono alla stazione di Rio Novo ed ai Capodanni 2004, 2005 e 2006. Dato l'orario notturno, le giornate festive e la stagione invernale, si può immaginare che il traffico, durante il periodo preso in considerazione, sia costituito esclusivamente da mezzi di trasporto pubblico non di linea.
Dal confronto fra le misure effettuate nelle giornate dell'ultimo e del primo dell'anno con quelle eseguite durante il fine settimana di riferimento si evidenzia in particolar modo uno scostamento nell'andamento dei parametri di moto ondoso a partire dalle 19 del 31 dicembre fino alle 7 del mattino del 1 gennaio.
In tutti e tre i Capodanni alle ore 19 circa i valori di onda significativa e di onda massima iniziano a salire fino a toccare un picco massimo (Hs=19÷25 cm e Hm=45÷55 cm) tra l'una e le due di notte, per poi riallinearsi ai valori riscontrabili nelle giornate di riferimento (Hs=5÷8 cm e Hm=10÷15 cm) attorno alle 6 del mattino.
Nelle giornate di riferimento invece la massima intensità di moto ondoso si registra fra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio con valori di onda significativa Hs=12÷15 cm e altezza d'onda massima Hm=28÷33 cm.
I valori minimi si riscontrano verso le 2 - 3 di notte con Hs~3cm e Hm~4 cm.

 
Capodanno: grafici rilevazioni in Rio Novo
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su