Canale della Giudecca

La stazione, collocata in Canale della Giudecca (Punta Dogana), al confine con il Bacino S. Marco, misura, oltre al moto ondoso generato da ogni tipo d imbarcazione lagunare, anche quello causato dal passaggio delle navi traghetto e delle grandi navi da crociera.
I limiti di velocità sono gli stessi dei canali lagunari e presumibilmente poco rispettati.
Data la posizione aperta, la stazione è interessata anche dal moto ondoso causato da forte vento, in particolare da bora e da scirocco.
I valori medi registrati sono 34 cm per l'Hm e 18 cm per l'Hs, i valori massimi sono 126 cm per l'Hm e 63 cm per l'Hs.
Le rette di interpolazione dei valori medi e massimi mensili di Hm ed Hs non evidenziano significative variazioni del fenomeno (grafici gruppo D).
Per quanto riguarda la distribuzione delle altezze di onda massima (Hm)(vedi tabellae figure 5,6,7,8,9)questa stazione fa registrare frequenze molto elevate su tutte le soglie prese in considerazione: 99.9% per Hm 10 cm, 92.6% per Hm 20 cm, 66.5% per Hm 30 cm, 23.6% per Hm 40 cm e 4.2% per Hm 50 cm.
Si osserva una modesta diminuzione della frequenza delle Hm 40 cm che passa dal 25.6% del periodo 2003-04 al 21.5% del 2005-06.

In conclusione, la stazione di Canale della Giudecca presenta, in assoluto, sia i valori massimi e medi più elevati di altezza d'onda massima (Hm) e d'onda significativa (Hs) sia le più alte frequenze di superamento di valori elevati di altezza d'onda massima (Hm).

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su