Teatro della Murata

Il Teatro della Murata (alla sua fondazione: Teatrino della Murata) è un piccolo spazio di circa 70 posti ricavato da un magazzino nel centro storico di Mestre. Si chiama così perché è all'interno di un edificio abbarbicato al pezzo superstite dell'antica cinta muraria della città.
Il Teatro della Murata fu inaugurato il 10 aprile 1970 con lo spettacolo "Il Tacchino" di Slawomir Mrozek.

Fu l'Associazione Teatro per Mestre (TpM) a promuovere e propugnare questa iniziativa perché sembrava necessaria ed indispensabile per poter sviluppare e potenziare il progetto artistico lanciato un paio di anni prima.

Da quella data, con alterne vicende, il Teatro della Murata, oltre ad aver registrato puntualmente gli interessi più o meno ricorrenti verso il teatro, ha anche saputo, con iniziative originali, dirigere e suscitare attenzione verso proposte che non trovavano altrove soddisfazione.

Sono passati per questa sala, spettacoli che hanno mostrato le nuove tendenze del teatro (sono state rappresentate novità assolute in prima nazionale) nonché attori nuovi ed attori affermati che hanno potuto rappresentare le loro opere. Ricordiamo tra i tanti: Roberto Benigni, Marco Messeri, Nico Pepe, Dimitri Tamarov, Lee Koniz, Marco Paolini, il Teatro Kabuki con la compagnia Kokin Theater di Tokio, Lella Costa, Sabina Guzzanti, la Compagnia di Dario Fo, Bustric, Cafè Sconcerto, Eugenio De Giorgi, ecc.

Inoltre il Teatro della Murata è spesso servito, e tuttora svolge questa funzione, a Compagnie locali ed a nuove formazioni come vetrina espositiva dei loro prodotti altrimenti non rappresentabili nelle altre strutture esistenti a Mestre.

Da parecchi anni il Teatro è sede dell'Officina del Teatro, un'originale esperienza di didattica teatrale che coinvolge in corsi distinti bambini, ragazzi e adulti.

 
Teatro della Murata

Visita il sito ufficiale

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su