Teatro Junghans

l Teatro Junghans, inaugurato ai primi di febbraio del 2005 con una serata spettacolare con artisti quali Roberto Citran, Giorgio Rossi, Wanda Moretti, Pietro Chiarenza e il gruppo Diecimenodieci, Giuseppina Casarin, Sandra Mangini, i Calicanto, è riuscito a richiamare più di 400 persone...e dire che il Teatro Junghans è l'ultimo dei teatri aperti nel Comune di Venezia!

Ricordando la storia del Teatro Junghans, un tempo bunker dove conservare le spolette per bombe prodotte dall'omonima fabbrica durante la guerra, e tenendo presente la poetica di Piuttosto Puck, che vede nella Cultura una fonte di scambio d'idee e di crescita, l'immagine che il Teatro deve dare è quella di una fabbrica di cultura, una sede di sperimentazione, un luogo d'incontro e di costruzione di pace.

L'edificio teatrale per la sua particolare struttura e ubicazione alla Giudecca è favorito proprio dalla sua stessa peculiarità: un palcoscenico triangolare e poco ampio non può - è vero - ospitare tutto, ma può felicemente accogliere ciò che in un teatro grande e all'italiana potrebbe essere disperso. La piccola platea di 150 posti a sedere predispone all'intimità della rappresentazione e nello stesso tempo il giusto distacco dalla scena; inoltre la sua forma absidale e a gradoni favorisce simposi e lezioni universitarie. Il Teatro Junghans possiede anche ben quattro sale prove, che, più d'ogni altro teatro operante nel Comune di Venezia, promuovono la presenza di laboratori, seminari, corsi di formazione (didattica), allestimenti di mostre, nonché prove di spettacoli e rappresentazioni di teatro sperimentale.

 
Teatro Junghans

Visita il sito ufficiale

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su