Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU) - Stato di attuazione e aggiornamento

Il PGTU di Venezia è stato adottato con Del.G.C. n. 1975 del 16/12/1999 e approvato in via definitiva con Del. C.C. n. 92del 28 maggio 2002.
Nel tempo sono stati programmati e realizzati dall’Amministrazione Comunale interventi in attuazione e continuità con gli indirizzi strategici del PGTU – confermati all’interno dei documenti di indirizzo adottati negli anni dall’Amministrazione - dando di fatto il via al processo di aggiornamento, come previsto dalle Direttive le quali individuano nell’attuazione del PUT la prima fase di tale processo.
Con l’avvio dell’aggiornamento del PGTU, l’Amministrazione ha inteso, in relazione ai diversi atti programmatori e pianificatori adottati dal 2002 ad oggi,accertare lo stato di attuazione del piano vigente e verificarne la coerenza rispetto ai più recenti indirizzi programmatici assunti.

Attualmente l'aggiornamento del PGTU è in fase di approvazione.

 

 
 

Pubblicazione e Osservazioni

Ai sensi delle Direttive per la redazione, adozione ed attuazione dei piani urbani del traffico (Art. 36 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285. Nuovo codice della strada) emanate dal Ministero dei Lavori Pubblici, G.U. 12 aprile 1995, il P.G.T.U., adottato con Delibera di Giunta Comunale n. 265 del 23.5.2014, viene pubblicato e depositato per trenta giorni in visione del pubblico per consentire la presentazione di osservazioni (nel medesimo termine), anche da parte di singoli cittadini.

Le osservazioni al P.G.T.U. dovranno essere presentate presso il Comune di Venezia, specificandone l’oggetto “PGTU osservazione”, secondo le seguenti modalità:

  • via e-mail con posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: protocollo@pec.comune.venezia.it del Comune di Venezia, con specificata la destinazione alla Direzione Mobilità e Trasporti;
  • via e-mail con posta elettronica tradizionale all’indirizzo: piani.traffico@comune.venezia.it;
  • in carta semplice presso le sedi dell’Ufficio Protocollo Generale del Comune di Venezia, con specificata la destinazione alla Direzione Mobilità e Trasporti.

Chiunque potrà presentare osservazioni al P.G.T.U. a partire dal 10 giugno 2014. Le osservazioni dovranno pervenire entro il termine perentorio delle ore13.00 del 9 luglio 2014.

Successivamente, il consiglio comunale delibera sulle proposte di Piano e sulle eventuali osservazioni presentate (con possibilità di rinviare il P.G.T.U. in sede tecnica per le modifiche necessarie) e procede, infine, alla sua adozione definitiva.
 
Tutti gli atti riguardanti il P.G.T.U., Piano Generale del Traffico Urbano – stato diattuazione e aggiornamento, sono altresì depositati in forma cartacea e in libera visione al pubblico, presso:
 
Direzione Mobilità eTrasporti del Comune di Venezia, nella sede di Mestre, Villa Ceresa via Mancini10, o in alternativa nella sede di viale Ancona 59 (causa imminente trasferimento degli uffici) da lunedì a venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 13:00, per la durata di 30 giorni consecutivi dal 10 giugno 2014 al 9 luglio 2014.

 

 

Introduzione al Piano

Il Piano Urbano del Traffico (PUT) è lo strumento per programmare gli interventi sulla circolazione (stradale in area urbana, dei pedoni, dei mezzi pubblici e dei veicoli privati) nel periodo di validità (biennale) e nell’ipotesi di dotazioni infrastrutturali e di servizi di trasporto sostanzialmente invariate. Lo strumento è stato introdotto dal Nuovo Codice della Strada (D. Lgs.30.04.1992 n. 285) all’articolo 36, rendendolo un atto obbligatorio per i comuni con popolazione superiore ai 30.000 abitanti. La sua redazione deve essere predisposta nel rispetto delle direttive emanate dal Ministero dei Lavori Pubblici (GUR n. 146/1995 – Direttive per la redazione, adozione ed attuazione dei piani urbani del traffico).

Si tratta di fatto di un piano di ottimizzazione dell’esistente, con una lettura comunque saldamente ancorata alle linee strategiche per il lungo periodo, individuate in primis dall’altro strumento pianificatorio per la mobilità, il Piano Urbano della Mobilità (PUM), introdotto dalla successiva L340/2000, e approvato dal Comune di Venezia nel 2010.

 

 

Come si articola il Piano

Il PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano), costituisce la prima e più importante articolazione della pianificazione del traffico urbano ed è finalizzato a soddisfare la domanda di mobilità al miglior livello di servizio possibile. Successivamente i PPTU (Piani particolareggiati del Traffico) e i PE (piani esecutivi) approfondiscono i livelli di progettazione del PGTU riferendosi a ristretti settori del centro urbano. I tre livelli di pianificazione unitariamente assumono il nome di Piano Urbano del Traffico (PUT).

 

 

Stato attuale: il Piano vigente

Il Comune di Venezia ha approvato per la prima volta il PGTU con Del. C.C. n. 92 del 28 maggio 2002, dandone seguito con i PPTU, approvati in riferimento ad aree specifiche del territorio (i Quartieri, allora vigenti) nel corso degli anni 2004-2005.
Successivamente, nel tempo sono stati programmati e realizzati dall’Amministrazione Comunale interventi in attuazione e continuità con gli indirizzi strategici del PGTU – confermati all’interno dei documenti di indirizzo adottati negli anni dall’Amministrazione- dando di fatto il via al processo di aggiornamento, come previsto dalle Direttive, le quali individuano nell’attuazione del PUT la prima fase di tale processo.
Il PGTU approvato nel 2002 assume la scelta di assegnare una visione meno rigida della valenza temporale prevista per il suo aggiornamento (ogni due anni), adottando un respiro maggiore, in funzione dell’elevato livello di progettualità espresso allora dal Comune di Venezia. Si trattava nella fattispecie di progetti assai impegnativi, tali da essere realizzabili in un orizzonte di lungo periodo. Gli interventi quindi previsti nel PGTU 2002, data l’entità anche economica, hanno impegnato l’Amministrazione su diverse annualità e, per taluni di essi, sono ancora in corso le procedure relative a progettazione e realizzazione.

 

 

L’aggiornamento del Piano

Con l’avvio dell’aggiornamento del PGTU l’Amministrazione intende accertare lo stato di attuazione del piano vigente e verificarne la coerenza rispetto ai più recenti indirizzi programmatici assunti, anche in relazione ai diversi atti programmatori e pianificatori adottati dal 2002 ad oggi:

  • il Programma Urbano dei Parcheggi (PUP) approvato nel 1996, più volte aggiornato, da ultimo nel 2013;
  • il Biciplan  I,II e III fase approvati rispettivamente nel 2006, 2010 e 2012;
  • il Piano del Trasporto Pubblico Urbano del Comune diVenezia (PTPU), approvato nel 2008;
  • il Piano Urbano della Mobilità (PUM) approvato nel 2010;
  • il Piano di Assetto del Territorio (PAT), adottato nel 2012;
  • le Linee Programmatiche di Mandato 2010/2015 e la Relazione Previsionale e Programmatica 2013.
 

In particolare l’aggiornamento del PGTU, ferma restando la validità del PUT nel suo complesso, costituisce un processo finalizzato al soddisfacimento dei seguenti obiettivi generali:

  • monitoraggio e valutazione degli effetti derivanti dall’attuazione degli interventi previsti (feedback);
  • verifica del patrimonio conoscitivo;
  • verifica della coerenza rispetto ai più recenti indirizzi di programmazione assunti dall’Amministrazione;
  • individuazione di temi progettuali e scenari di intervento;
  • verifiche tecniche dell’impatto a scala urbana delle proposte di piano;
  • formulazione del programma degli interventi da attuare nel breve periodo.
 

 

Come poter consultare/leggere i files del PGTU

Segnaliamo che per consultare/leggere gli allegati è necessario dotarsi di software adatti quali:

  • Adobe Acrobat Reader per leggere i file .PDF  pubblicati nella colonna di sinistra;
  • Dike di InfoCert per leggere i file firmati digitalmente con estensione .P7M. Per aprire i file P7M bisogna installare sul proprio computer il software "DiKe" messo a disposizione da InfoCert al link Installazione Dike che serve sia per applicare la firma digitale attraverso l'utilizzo della Smart Card, sia per decriptare i file già creati.
  • Nel caso di Windows l'installazione e l'utilizzo è abbastanza semplice, seguite le istruzioni, basta selezionare il file P7M e cliccare su "Visualizza", oppure se si desidera risalvare il file, cliccare sul menù a tendina "File" e premere su "Estrai documento da file firmato". Per la versione Mac eseguita l'installazione, bisogna avviare "DiKe", cliccare sul menù a tendina "File" e scegliere apri. Una volta aperto il file bisogna cliccare nuovamente su "File" e scegliere "Salva Originale".
 
 
 

 

RELAZIONE TECNICA COMPRENDENTE N. 28 PLANIMETRIE (TAVOLE), N. 42 TABELLE, N. 34 FIGURE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

N. 6 TAVOLE GRAFICHE IN SCALA 1:20.000 e 1:3.000

 
 
 
 
 
 
 
 

 

ALLEGATI TECNICI (N.4)

 
 
 
 
 
 

Gruppo di Lavoro

 
 

 

Consulta il PGTU vigente 2002

 
 
 
 

 

pagina aggiornata al 17 marzo 2015

 

 

Sede del Settore, contatti e riferimenti

***NUOVO INDIRIZZO***

Comune di Venezia
Direzione Mobilità e Trasporti
Settore Pianificazione Infrastrutture Viabilità Trasporti
Viale Ancona 41/63
30172 - Mestre VENEZIA
Tel. 041.274.6920 / 6936 - Fax 041.274.6930
E-mail: piani.traffico@comune.venezia.it
***NUOVO INDIRIZZO***

Dirigente Settore Pianificazione Infrastrutture Viabilità Trasporti

Arch. Anastassia Koulou
Tel. 041.274.6920 - Fax 041.274.6930
E-mail: anastassia.koulou@comune.venezia.it

Responsabile Servizio Pianificazione Infrastrutture e Logistica
dr. Matteo Stevanato
Tel. 041.274.6936 - Fax. 041.274.6930
E-mail: matteo.stevanato@comune.venezia.it
Responsabile dell'informativa
Settore Pianificazione Infrastrutture Viabilità Trasporti
Arch. Anastassia Koulou
Servizio Pianificazione, Infrastrutture e Logistica
Dr. Matteo Stevanato
Responsabile della redazione
Ufficio Mobility Manager Area comunale di Venezia
Ing. Enrico Tonello

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su