Le attività del Centro Maree

Attività ICPSM
 
 

Il CPSM è un centro prettamente operativo, che utilizza strumenti e metodi sviluppati sia autonomamente che in collaborazione con la comunità scientifica, applicandoli per raggiungere le proprie finalità. La presenza di personale qualificato assicura la capacità di agire direttamente su tali strumenti e di modificarli adeguatamente, realizzando quella sinergia tra ricerca scientifica e pubblica amministrazione, così necessaria nell'affrontare i problemi ambientali. Inoltre l'utilizzo di tecnologie sviluppate da centri specializzati pone l'ICPSM all'avanguardia per quanto riguarda la comunicazione all'utenza, sia nella vita quotidiana sia durante le emergenze che la città di Venezia è costretta ad affrontare.

L'attività del CPSM comprende:
· l'osservazione del livello del mare e dei parametri meteorologici ad esso correlati (ad es. pressione e vento) nell'area veneziana; l'osservazione dei parametri meteorologici nell'Adriatico, nel Tirreno e nel bacino del Mediterraneo;
· la previsione del livello del mare a Venezia;
· l'informazione alla città e l'allertamento in caso di eventi di acqua alta;
· altri servizi alla cittadinanza.
 
L'osservazione dei parametri meteomarini è attuata attraverso una rete di monitoraggio, che fornisce in tempo reale una visione del livello del mare e della situazione meteorologica nella Laguna di Venezia e nell'Adriatico settentrionale. Oltre ai dati raccolti attraverso le proprie stazioni di misura, il CPSM utilizza ai fini della previsione del livello del mare una grande mole di dati meteorologici raccolti da altri enti (CNMCA Aeronautica Militare, ECMWF Centro Meteorologico di Reading, ARPA Veneto, ARPA Friuli, Piattaforme ENI,........), sull'area dei mari Adriatico e Tirreno.

La previsione del livello del mare si ottiene attraverso un insieme di modelli numerici, sia statistici che deterministici; collaborazioni sono in atto con ISMAR-CNR di Venezia, Università di Venezia e Padova. Il personale tecnico del CPSM interpreta i risultati dei modelli e formula la previsione ufficiale di livello per la città.

Per l'informazione sulla marea l'Istituzione si avvale di sistemi in gran parte automatizzati: sito web, pannelli luminosi (display) collocati nei punti strategici della città, punti informativi interattivi con tecnologia touch screen, presenza sui principali quotidiani. Una segreteria telefonica, aggiornata più volte al giorno, fornisce informazioni sui valori massimi e minimi di marea previsti in città per i due giorni successivi. Inoltre il personale tecnico della sala operativa può essere contattato direttamente per via telefonica, per fornire informazioni utili sul fenomeno mareale o sulla previsione di marea. La segnalazione degli eventi di acqua alta avviene attraverso una rete di sirene. Inoltre gli utenti interessati vengono avvisati automaticamente per via telefonica, o attraverso SMS. Il CPSM garantisce infine il tempestivo allertamento e il continuo contatto, durante le emergenze, con le aziende che gestiscono i servizi pubblici, il soccorso e la pubblica sicurezza.

Tra gli altri servizi al pubblico troviamo la diffusione dei dati storici dell'archivio CPSM, l'informazione sui livelli di marea in tempo reale, la fornitura dei dati altimetrici relativi a soglie e pubbliche vie.
 
Il CPSM tende costantemente a migliorare la qualità dei servizi che offre alla città: numerosi sono i progetti in corso, dall'allargamento della rete di monitoraggio allo sforzo per migliorare la qualità dei dati osservati, conformandosi agli standard europei, dalla sperimentazione di nuovi modelli numerici all'utilizzo di prodotti meteorologici di nuova generazione (dati da satellite e output di modelli atmosferici ad alta risoluzione), dall'innovativo sistema di diffusori acustici, che sostituirà la tradizionale rete di sirene, allo studio sulla diffusione capillare di informazioni sulla marea a telefonini, palmari e piccoli display, attraverso tecnologie JAVA.

Essendo nata come ufficio comunale l'Istituzione è profondamente inserita nella realtà locale veneziana. Tuttavia la necessità di svolgere i propri compiti l'ha portata ad avviare una rete di collaborazioni con numerosi enti, che operano nell'ambito veneziano, nazionale ed europeo, siano essi agenzie per la protezione dell'ambiente, come APAT o ARPA, istituti di ricerca come CNR o Università, oppure centri internazionali come ECMWF (European Centre for Medium-range Weather Forecasts) di Reading, UK.

 
 
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su