Servizio interventi di prossimità e Centro Donna - Protezione sociale vittime di tratta

 

Direzione Coesione Sociale, Servizi alla Persona e Benessere di Comunità

 
 
 

Funzioni della Unità Operativa Complessa:

  • Favorire l'emersione delle potenziali vittime di tratta: tramite la gestione della postazione periferica del Numero verde contro la Tratta (800 290 290), attivo 24 ore su 24, gratuito e anonimo a cui possono telefonare tutte le potenziali vittime o le persone private o rappresentanti di enti pubblici o privati, relativamente a questioni inerenti la tratta, provenienti dal Triveneto.
  • Accoglienza della domanda e strutturazione dell'intervento di tutela: tramite l'attivazione di un'Unità di Crisi e Valutazione (UCV), composta da educatori e mediatori linguistico-culturali nelle lingue inglese, spagnolo, nigeriano, romeno, bulgaro, russo, bielorusso, serbo-croato, cinese esperti nel fenomeno della tratta. Tramite uno o più colloqui si valuta sul piano sociale la sussistenza delle condizioni di tratta e conseguentemente viene attivato l'intervento di tutela e assistenza.
  • Strutturazione dell'intervento di tutela e assistenza: a seguito di una positiva valutazione da parte dell'UCV delle condizioni di potenziale vittima di tratta, e a condizione che la persona sia disponibile a collaborare con la giustizia, viene predisposto un Programma di Assistenza Individualizzato di 3 mesi prorogabile al massimo di altri 3, secondo l'art.13 della L.228/03 (legge 11/8), caratterizzato dalle seguenti macro azioni :

- Inserimento in pronta accoglienza in una struttura protetta nel territorio più idoneo, denominata "punto di fuga"(per un periodo indicativo di 5 giorni).
    - Accompagnamento nell'iter giudiziario.
    - Dopo una prima fase di osservazione l'inserimento in una comunità protetta per la durata del P.A.I. (3 mesi);
    - Assistenza sanitaria;
    - Insegnamento della lingua italiana 
 
    Al termine del P.A.I. la persona può usufruire dei seguenti interventi:

    - Programmi di assistenza ed integrazione sociale secondo l'art.18 della L.286/98 
    - Rientro in patria volontario e assistito

- Completa regolarizzazione (tramutazione al termine dei 12 mesi di programma del P.d.S. speciale in P.d.S. per motivi di Lavoro);
    - Inserimento lavorativo stabile;
    - Autonomia lavorativa;
    - Costruzione di una rete sociale di supporto.

 
 
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su