Festa della Salute, domani l'apertura del ponte votivo

Sarà il vice sindaco di Venezia, Michele Vianello, alle ore 11 di domani, venerdì 16 novembre, il primo ad attraversare il ponte votivo sul Canal Grande, allestito all'altezza del traghetto tra Santa Maria del Giglio e San Gregorio, per la ricorrenza della Madonna della Salute. Saranno presenti il delegato del patriarca per i rapporti con le autorità di Venezia, mons. Mario Senigaglia, e il presidente di Insula Spa, Giampaolo Sprocati. Il ponte votivo rimarrà aperto senza interruzioni fino alle ore 23.30 di mercoledì 21 novembre.

Il ponte - che da cinque anni sostituisce il tradizionale ponte ligneo - è costituito dalla parte centrale del ponte realizzato da Insula e allestito da Lavori marittimi e dragaggi Spa, utilizzato per la festività del Redentore. E' lungo 80,51 metri ed è composto da tre moduli e due passerelle di raccordo. Ogni modulo è lungo 19,22 metri e largo 3,6 metri, con telaio d'acciaio e piano di calpestio in legno marino, ed è sorretto da due unità galleggianti inaffondabili con nucleo in polistirolo espanso e guscio di polietilene coperto da legno; ogni passerella è lunga 11,4 metri; il varco centrale per la navigazione è largo 10 metri e ha una altezza in sommità di 4,2 metri.

Le persone in carrozzina che vorranno accedere alla basilica potranno disporre di una rampa con pendenza inferiore all'8%. Inoltre, a integrazione del sistema Venicemarathon, si è deciso di collocare due pedane sul ponte della Salute, tra rio terà dei Catecumeni e fondamenta de la Salute. In questo modo tutti coloro che hanno difficoltà motorie potranno percorrere liberamente e senza ostacoli tutto il tratto che dalla basilica della Salute porta a San Basilio. L'iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione tra l'Ufficio eliminazione barriere architettoniche e l'Informahandicap del Comune, Insula e Venicemarathon Club.


Venezia, 15 novembre 2007


 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su