Archivio Storico - Serie archivistiche: Stato civile

Introduzione
L'ufficio di stato civile - registrazione delle nascite, matrimoni e decessi - in attuazione del regolamento italico del 27/3/1806, fu attivato in Venezia presso gli appena costituiti uffici municipali, il 16/6/1806. Durò praticamente per tutto l'arco della Dominazione Francese. Poi, nella graduale sistemazione dell'amministrazione pubblica susseguente al ritorno di Venezia sotto il dominio austriaco, in esecuzione della sovrana patente 20/4/1815, le attribuzioni dell'ufficiale di stato civile cessarono il 30/6 per gli atti di matrimonio ed il 31/12 per quelli di nascita e morte, e ritornarono sotto la competenza dei singoli parroci rispettivamente il 1/7 ed il 1/1/1816.
Al Comune, per legge, rimase solo l'onere della spesa. I registri dello stato civile, compilati in quei 10 anni tra il 1806 ed il 1816, furono conservati a lungo presso l'Archivio Municipale finché non furono, a più riprese, concentrati presso l'Archivio generale dei Frari.
La competenza sulla tenuta dei registri dello stato civile ritornò infine definitivamente al Comune con l'avvio della 'Unificazione legislativa delle province venete e di quella di Mantova con le altre del regno', a cominciare dal 1/9/1871.
Quanti perciò volessero notizie su nascite, matrimoni, morti relative al periodo preunitario devono rivolgersi rispettivamente:

* agli archivi parrocchiali per gli anni delle varie dominazioni austriache;
* all'archivio di stato per gli anni relativi al napoleonico regno d'Italia.

Di tutta la produzione di registri iniziata con il 1/9/1871 dal neonato ufficio di stato civile, all'Archivio Municipale non è praticamente conservato alcunché.
Per legge, infatti, devono essere compilati in duplice copia delle quali una è ancora gelosamente conservata presso il relativo ufficio di Ca' Loredan, per ovvie, continue esigenze amministrative; l'altra è conservata presso l'Archivio del tribunale.
Alla Celestia sono stati rinvenuti solamente degli indici alfabetici, comprendenti l'arco di una trentina d'anni, dove il puro e semplice cognome e nome rimanda direttamente al numero di registrazione dell'atto relativo: molto probabilmente, per quel periodo, questi repertori sono stati compilati in triplice copia ed una è appunto quella pervenuta all'archivio.


Indice Atti di Nascita (dal 1/9/1871 al 1898)
Registri n. 7

Indice Atti di Matrimonio (dal 1/9/1871 al 1902)
Registri n. 8

Indice Atti di Morte (dal 1/9/1871 al 1899)
Registri n. 7


Comunque la ricerca di notizie sullo stato civile viene facilitata da un'altra serie di registri, che propriamente di stato civile non sono, ma, compilati da altri uffici municipali (in specie statistica ed igiene) per proprie esigenze, aprono in ogni caso uno spiraglio interessante di conoscenza nella stessa direzione.

A) Registri compilati dall'ufficio di statistica (1869-1915)
Furono compilati regolarmente dal 1/4/1869 alla prima guerra mondiale e rispondevano all'esigenza di aggiornare continuamente il registro della popolazione ed averne velocemente sotto controllo i mutamenti relativi. Lo dimostra il fatto che i registri, inizialmente compilati su stampati che prevedevano l'annotazione di una dovizia di dati, andarono via via semplificandosi per restringersi alla descrizione dei dati fondamentali (Cognome e nome; paternità; luogo di residenza, nascita, matrimonio o morte) e lasciare invece abbondante spazio a dei prospetti riassuntivi che dovevano facilitare la compilazione delle variazioni statistiche che sarebbero poi state riportate sul Bollettino Municipale di Statistica.

Registro delle nascite (dal 1/4/1869 al 1915)
Registri n. 47

Registro dei matrimoni (dal 1/4/1869 al 1915)
Registri n.47

Registro dei morti (dal 1/4/1869 al 1915)
Registri n. 46 (mancano gli anni 1895 -1900 - 1906)

Lo stesso ufficio di statistica compilò inoltre, per un certo periodo e sempre con l'ottica delle possibili variazioni al registro di popolazione, dei registri che tenevano conto dei nati-morti, degli aborti, di riconoscimenti e legittimazioni.

Per i nati morti riguardano gli anni 1882-86 e 1892-1906; per gli aborti, riconoscimenti e legittimazioni gli anni 1892-1906
Registri n.4

B) Registri compilati dall'ufficio sanitario municipale e d'igiene (1811 - 1934)
a) Prima dell'attivazione dell'ufficio di stato civile
Un importante spiraglio sulla conoscenza dei decessi e delle loro cause, relativi agli abitanti del centro storico veneziano, nel periodo preunitario, è fornita da una serie di registri compilati e a lungo conservati presso l'ufficio municipale di sanità.
Essi erano il compendio dell'attività di quell'ufficio relativamente al nulla osta necessario per procedere al seppellimento: vi venivano infatti "inscritti i nomi dei morti che quotidianamente venivano notificati allo scopo di ottenere la licenza del loro seppellimento in cimitero comunale"
Gli stampati all'uopo predisposti, pur non rimanendo omogenei negli anni, costituiscono comunque una ricca fonte di notizie soprattutto relativamente alla professione, alle cause di morte certificate dal medico, ai giorni di decubito, al luogo del decesso. Furono redatti sia in ordine temporale, registrando di giorno in giorno, da gennaio a dicembre, i nomi dei defunti e dati relativi, sia in forma di rubrica alfabetica che continuò ad essere stilata, con il metodo consueto, anche dopo l'annessione all'Italia, fino all'attivazione dello stato civile nel 1871.
Purtroppo ci sono pervenuti con evidenti lacune.

1. Stato nominativo: in ordine temporale di morte.
Riporta inizialmente su colonna: Data - numero progressivo - Contrade - Nomi e cognomi - Età: anni, mesi, giorni - Malattie - Giorni di decubito - Medici - Numero fedi.
Sono conservati i registri relativi agli anni:
Dal 1/5/1811 al 30/6/1812
Dal 1/7/1812 al 31/12/1813
1819 -1820 -1819/20 -1821-1822 dal 1/5 (nei mesi precedenti i fogli sono bianchi con l'inscrizione "da desumersi dalla Rubrica dei decessi nel detto anno") - 1823 - 1824 - 1825 - 1826 -1827- 1828 - 1829 - 1830 - 1831 - 1832 - 1833 - 1834- 1835 - 1836 - 1837 - 1851 - 1860 - 1861 - 1862 - 1863 - 1864 - 1865 - 1866
Registri n. 30.

2. Rubrica alfabetica
Riporta: Data - Nome e cognome - Paternità- Anni - Luogo del decesso Sono conservati i registri relativi agli anni:
1816/19-1823-1824/25-1826/27-1828/29/30- 1831/32/33/34 -1835/36/37/38 (fino a febbraio) - 1839 - 1840 - 1841 - 1843 - 1844 - 1845 - 1846 - 1847 - 1849 - 1849 (decessi per cholera) - 1850 - 1851/52 - 1853 - 1854 - 1856 - 1857 - 1859 - 1860 - 1861 - 1862 - 1863 - 1865 - 1866 - 1867 - 1868 - 1869 - 1870 - 1871.
Registri n.35.

b) Dopo l'attivazione dell'ufficio di stato civile
Per il periodo unitario invece, si deve all'ufficio municipale d'igiene la compilazione di registri relativi allo 'stato nominativo dei decessi', in funzione principalmente del rilevamento della causa di morte.
La riforma del precedente ufficio sanitario e l'istituzione, in suo luogo, dell'ufficio municipale d'igiene era stata deliberata dal Consiglio Comunale nella seduta del 21/7/1882 in cui si era approvato anche uno speciale regolamento e stabilito il personale da adibirvi. Dopo che a maggio del 1883 l'ufficio aveva cominciato la sua attività secondo il nuovo regolamento, dal secondo semestre dello stesso anno fu riordinata anche la statistica sanitaria attenendosi, nella nomenclatura delle cause di morte, all'elenco sistematico ministeriale stabilito dal R.D. 18/11/ 1880.
Questi registri sono il frutto di quell'attività.
Essi riportano in ordine temporale:

* numero progressivo e numero del seppellimento
* luogo del decesso (sestiere, parrocchia, numero della casa)
* cognome, nome, paternità
* luogo di nascita, domicilio, residenza
* sesso - occupazione, professione, mestiere
* età (anni, mesi, giorni, ore, minuti, nati morti)
* data della morte (giorno, ora)
* malattia e causa della malattia
* durata della malattia
* da seppellirsi (con cassa comunale, propria, con barca, giorno, ora)
* osservazioni

Dal 1/7/1883 al 1934
Registri n.47 (mancano gli anni 1891 e 1892)
Riportando gli stessi dati, sui medesimi stampati, per gli anni 1885,1886,1887,1888,1889,1890, oltre che per il secondo semestre del 1883, sono stati compilati anche dei registri in cui i decessi sono divisi per luogo (sestiere per sestiere) e stabilimenti (ospedali, ricoveri ...).
Registri n. 6

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su